Alla scoperta di Elisban Guidetti, un carpigiano poco conosciuto

Tante le iniziative, a Carpi, per il ‘lungo 25 aprile’ della Fondazione Fossoli. Tra gli eventi segnaliamo, sabato 20 aprile, alle ore 21.00, presso il Museo Monumento al Deportato, lo spettacolo Diario di prigionia. Un racconto tra musica e parole, a cura di Associazione primaCorda, con la viola del carpigiano Andrea Maini e la voce di Barbara Grande. Un modo per conoscere la vita di Elisban Guidetti (Carpi 1916-1977), caporale dell’esercito italiano, deportato in Austria in un campo di lavoro nazista tra il '43 e il '45, portalettere, cittadino onorario della città di Trento. Ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

0
2976

Inizierà la mattina alle ore 8.00 Aurora di un mondo migliore, il programma di iniziative promosse dalla Fondazione Fossoli in occasione della Festa della Liberazione: Simone Maretti, il Corpo Bandistico Città di Carpi e la Corale Savani accoglieranno i partecipanti presso il Campo di Fossoli per un risveglio con parole e musica che darà l’avvio alla giornata di giovedì 25 aprile. Dalle ore 10 alle 19, il Campo sarà in festa con le 16 bandiere per la pace realizzate dal Collettivo FX insieme ai ragazzi del Centro Educativo Hip Hop di Carpi, esito del progetto Walls against oblivion. Nella zona est della baracca ristrutturata saranno proiettati a ciclo continuo i documentari A Fossoli. Vite che (non) sono le nostre e Muri contro l’oblio. La zona ovest della baracca ospiterà DisUmanità – internamenti contemporanei, mostra a cura di PacificAzioni, il Comitato per la pace costituitosi a Carpi, che intende portare l’attenzione sull’attualità di realtà aberranti in cui esseri umani sono vittime di persecuzioni, torture, privazione della libertà e negazione dei più elementari e irrinunciabili diritti in ragione di diversità etniche, religiose o d’opinione. Dalle ore 12.00 alle 16.00, infine, la Coop. sociale SCAI terrà attività e laboratori per bambini dal titolo Troppa paura, troppa poca fiducia. Alle ore 12.00, 14.00, 15.00 e 16.00 sarà possibile effettuare visite guidate gratuite mentre è sempre attiva la possibilità di effettuare percorsi con l’App Il Campo di Fossoli. Anche gli altri luoghi della Fondazione Fossoli potranno essere visitati durante la giornata: il Museo Monumento al Deportato, l’ex Sinagoga e la Sala dei Cervi, che ospita la mostra La cura della Memoria, saranno aperti dalle ore 10.00 alle 14.00.

Sabato 20 aprile, alle ore 15.00, i cittadini potranno partecipare, partendo dal Municipio di Carpi, all’itinerario nel centro storico della città sui luoghi della Seconda guerra mondiale, sulle orme del progetto Tracce della storia, via della memoria, realizzato in collaborazione con ANPI Carpi. Nella stessa giornata, alle ore 21.00, presso il Museo Monumento al Deportato andrà in scena lo spettacolo Diario di prigionia. Un racconto tra musica e parole, a cura di Associazione primaCorda, con la viola di Andrea Maini e la voce di Barbara GrandeRappresentazione a due voci con esecuzione di musiche della prima metà del ‘900 per Viola alternate alla lettura integrale del racconto Diario di prigionia di mio padre dello scrittore Giorgio Guidetti: racconto della vita di Elisban Guidetti (Carpi 1916-1977), caporale dell’esercito italiano, deportato in Austria in un campo di lavoro nazista tra il ’43 e il ’45, portalettere, cittadino onorario della città di Trento. Ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

Sabato 4 maggio, alle ore 17.00, presso il Cortile delle Stele del Museo al Deportato si terrà invece la restituzione progetto Rememchild, a cura del Teatro dell’Argine, con gli studenti della Scuola Guinizelli di Bologna. Rememchild è un progetto europeo, che ha coinvolto ventiquattro preadolescenti che hanno visitato Fossoli, conosciuto le diverse fasi della sua storia, esplorando sei storie fra quelle dei molti bambini che passarono da lì tra il 1943 e il 1960. Queste sei storie sono diventate oggetto d’indagine e stimolo di riflessione sulla guerra, le sue premesse e le sue conseguenze.

Giovedì 9 maggio, alle ore 17.30, l’ex Sinagoga sarà teatro di Lavori in corso. Le ricerche aperte della Fondazione Fossoli, un’occasione per fare il punto delle ricerche in corso promosse dalla Fondazione in fase di conclusione insieme agli storici Costantino Di Sante, Gianluca Fulvetti, Bruno Maida, Michele Marchi.

Per finire, lunedì 15 maggio alle ore 18.00, sempre l’ex Sinagoga di Carpi ospiterà Bombe sulla città. Le incursioni aeree su Carpi nel 1944, conferenza tenuta da Giulia Dodi, dell’Istituto Storico di Modena.