Al Gattile è emergenza cuccioli: “siamo allo stremo delle forze”

"Quest’anno stiamo affrontando un’emergenza cucciolate senza precedenti. Da tutti i Comuni di nostra competenza riceviamo in continuazione chiamate a seguito del ritrovamento di gattini perlopiù non svezzati con tutte le conseguenze del caso: vanno nutriti e quindi devono essere affidati a balie, gatte con altri cuccioli o a delle volontarie esperte che purtroppo sono merce rarissima. Ogni giorno c’è almeno un’emergenza e siamo veramente allo stremo dal punto di vista umano, economico e sul fronte degli spazi nella nostra struttura” commenta Pierangela Ferrari, presidente del Gattile di Carpi.

0
76950

“Quest’anno stiamo affrontando un’emergenza cucciolate senza precedenti. Da tutti i Comuni di nostra competenza riceviamo in continuazione chiamate a seguito del ritrovamento di gattini perlopiù non svezzati con tutte le conseguenze del caso: vanno nutriti e quindi devono essere affidati a balie, gatte con altri cuccioli o a delle volontarie esperte che purtroppo sono merce rarissima” commenta Pierangela Ferrari, presidente del Gattile di Carpi. “Spesso si tratta di abbandoni o di cuccioli dati alla luce da gatte senza padrone – sottolinea la presidente – che sono state nutrite da chi non ha pensato ad avvisare tempestivamente le associazioni, come la nostra, per provvedere a sterilizzarle prima della gravidanza. È una leggerezza di chi purtroppo non valuta le conseguenze. La sterilizzazione non è una pratica contro natura bensì un modo per evitare di avere cucciolate senza controllo che poi finiscono in Gattile, nel migliore dei casi, con la mamma gatta. Altra casistica che purtroppo si presenta di frequente è quella di cucciolate che rimangono senza la mamma perché andando in giro viene investita e muore e qui iniziano i guai. Viene richiesto il nostro intervento ma è ovviamente necessaria la collaborazione di una balia che giorno e notte si prenda cura di loro con costi elevati da sostenere. Invito caldamente chi ha delle gatte con cucciolate a tenerle in casa per evitare che possano rimanere vittime di incidenti simili, lasciando i cuccioli senza mamma. Capita poi spesso che recuperiamo gattini incidentati caduti dal motore delle auto: a volte i cuccioli giocano salendo sulle ruote e vanno all’interno del cofano, così quando l’auto frena, il gattino cade in strada, venendo spesso investito. In appena due giorni ne abbiamo recuperati tre, in corrispondenza di altrettante rotonde. Per questo raccomandiamo alle persone che hanno dei gatti piccoli e parcheggiano l’auto in cortile di controllare sempre con attenzione prima di mettere in moto”.

Per fare solo quale esempio dei recenti episodi: il 5 giugno sulla Carpi-Ravarino, sul ciglio della strada, all’interno di una sporta per la spesa del supermercato, sono stati trovato 5 cuccioli, il 13 giugno davanti alla sede dell’associazione sono state abbandonate due gatte adulte chiuse in uno scatolone, entrambe con gli occhi terrorizzati, una, per via del caldo e dello stress con la bava alla bocca, e tre gattini sono stati lasciati davanti alla casa di un privato. Domenica 16 giugno, sulla Provinciale Motta, a Cortile, è stata rinvenuta una gatta senza vita, vittima di un incidente, con le mammelle tipiche di chi sta allattando, per cui le volontarie si sono messe subito alla ricerca dei cuccioli, in grave pericolo senza la loro mamma. “Insomma – conclude Ferrari – ogni giorno c’è almeno un’emergenza e siamo veramente allo stremo dal punto di vista umano, economico e sul fronte degli spazi nella nostra struttura”.

Da gennaio al 17 giugno 2024 in Gattile sono entrati 140 nuovi gatti, di cui 29 cuccioli, 35 da allattare o svezzare, 10 incidentati, 9 rinunce e 57 ritrovamenti perlopiù a seguito di abbandoni.