80 anni di incontro, ascolto, apertura e passione

0
206

E’ la passione a fare la differenza al Liceo Fanti, “questa è una scuola piena di passione” sottolinea la dirigente Alda Barbi ringraziando tutti quelli che ci lavorano e che la trasmettono agli studenti. Incontro, ascolto e apertura sono le altre tre parole chiave che caratterizzano questa scuola in cui “la creatività comunicativa sollecita i talenti degli studenti”: non solo quelli che hanno reso famoso il Fanti negli anni passati come Paolo Lugli, attuale rettore dell’Università di Bolzano, fisico specializzato nel campo della nanoelettronica ed elettronica molecolare con prestigiosi incarichi a livello internazionale o Lando Degoli, insegnante di matematica famoso per essere diventato nel 1955 uno dei campioni più amati da pubblico italiano della trasmissione tv Lascia o raddoppia o, ancora, Gregorio Paltrinieri, campione olimpico e mondiale di nuoto, ma anche ex studenti che più recentemente sono riusciti a realizzare i loro sogni e a diventare poeta, medico pediatra in Kenya o a far carriera nella Marina americana come raccontano nelle loro testimonianze davanti a studenti che frequentano oggi le loro stesse aule.

Nell’istituto superiore carpigiano che celebra 80 anni si è svolta, sabato 21 settembre, la cerimonia di apertura dell’anno scolastico in provincia di Modena alla presenza delle autorità: il sindaco di Carpi Alberto Bellelli, il consigliere regionale Enrico Campedelli, la consigliera provinciale Maurizia Rebecchi, la dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Silvia Menabue, Claudio Bergianti dell’Ufficio Scolastico regionale, assessori e dirigenti scolastici.

E’ stata l’occasione per illustrare i tanti progetti innovativi che caratterizzano l’offerta formativa del Liceo frequentato oggi da 1.850 studenti (73 classi) e per inaugurare l’aula dedicata al “public speaking” realizzata con fondi della Provincia e della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena. Prologo alla celebrazione di sabato è stata la festa organizzata dall’istituto venerdì 20 settembre durante la quale sono stati consegnati i diplomi agli studenti più meritevoli, usciti lo scorso anno scolastico. In occasione delle celebrazioni per gli 80 anni è poi stato annunciato l’ampliamento del Fanti con la realizzazione di una palazzina nell’area della sede dell’istituto in via Peruzzi, 7: le nuove aule, in tutto 17, saranno utilizzate dal Fanti e dal vicino Itis Vinci e saranno eliminati i tre moduli scolastici provvisori.

Sara Gelli