Un aceto secolare

0
17

Si sono concluse per il 2014 le iniziative di promozione dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena organizzate dalla Comunità carpigiana della Consorteria di Spilamberto in collaborazione con il Comune di Carpi. Affollati e animati incontri sull’Armonia e la cristallizzazione nel Balsamico, una giornata di partecipazione della città con la Cottura del mosto, numerosi visitatori alla stessa Acetaia Comunale, le gradite degustazioni di balsamico tradizionale al pubblico, l’interessante esposizione Arte in Balsamico con tele riferite all’araldica carpigiana, ma soprattutto una serata speciale per i Maestri assaggiatori con la “scoperta“ di un aceto  di oltre 200 anni. Sedici assaggiatori della Consorteria A.B.T.M. di Spilamberto hanno infatti avuto il “privilegio” nei giorni scorsi di valutare il contenuto di una bottiglia, di proprietà di Paolo Battini di Carpi, recante l’etichetta Balsamico brusco 1785. Un’esperienza unica per i Maestri che, dopo avere svolto gli esami strumentali delle caratteristiche fisico-chimiche e l’esame organolettico del liquido, lo hanno valutato come “Ottimo aceto secolare”, conquistati dalle sue qualità visive, olfattive e gustative.  Nel 2015 tornerà la competizione biennale Giostra Balsamica, il Torneo dei quartieri e delle ville del carpigiano fra produttori di Aceto Balsamico Tradizionale.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here