La didattica per competenze abita qui

0
63

Il progetto Linguaggio della Ricerca del CNR promuove una stretta collaborazione tra il mondo scolastico, quello scientifico e gli esperti di divulgazione. L’obiettivo è quello di suscitare l’interesse degli studenti delle scuole secondarie di I e II grado nei confronti della ricerca, tramite il loro diretto coinvolgimento nella divulgazione dei contenuti appresi utilizzando la lingua italiana e inglese. Per l’Itis Leonardo da Vinci il progetto è stato realizzato dalla classe 2B Elettronica  con la supervisione  degli insegnanti Elisabetta Ferretti (Inglese), Sandro Gualdi e Mauro Bellei (Fisica e Laboratorio) in collaborazione con ricercatori Enea, l’Italian National Agency for New Technologies, Energy and Sustainable Economic Development, il centro di ricerca E.Clemetel di Bologna e altri specialisti del settore (dottor Pier Luigi Porta, ingegner Cristian Chiavetta e  ingegner Simona Scalbi). Il contenuto dell’attività è stato il Life Cycle Assessment (“valutazione del ciclo di vita”, conosciuto anche con l’acronimo LCA), una metodologia che valuta un insieme di interazioni che un prodotto o un servizio ha con l’ambiente, considerando il suo intero ciclo di vita, che include le fasi di preproduzione (quindi anche estrazione e produzione dei materiali), produzione, distribuzione, uso (quindi anche riuso e manutenzione), riciclaggio e dismissione finale. LCA considera gli impatti ambientali del caso esaminato nei confronti della salute umana, della qualità dell’ecosistema e dell’impoverimento delle risorse, considerando gli impatti di carattere economico e sociale. Ancora una volta l’entusiasmo degli studenti, l’instancabile energia dei docenti dell’istituto, in particolare di Bellei e Ferretti, hanno reso evidente il senso del fare scuola oggi: la didattica per competenze non è più una chimera teorica veicolata da testi di pedagogia, bensì un modo concreto per coinvolgere i ragazzi e metterli alla prova su progetti che integrano conoscenze teoriche e abilità pratiche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here