Sul web i dati sulle spese previste per l’emergenza

0
83

In seguito a quanto concordato tra amministrazione comunale e gruppi consiliari e’ consultabile da oggi sulla Rete Civica Carpidiem un prospetto sintetico delle principali spese che l’amministrazione ha affrontato nelle prime settimane di emergenza post sisma e le cui previsioni vengono poi trasmesse alla Protezione Civile per la richiesta di rimborso.
Si tratta di spese relative a interventi di soccorso e assistenza alla popolazione e per la realizzazione degli interventi provvisionali urgenti, non sono compresi gli investimenti per il ripristino degli edifici scolastici, i moduli temporanei e la ricostruzione in generale: al 31 luglio le spese preventivate ammontano a 4,5 milioni di euro: sempre a questa data la Protezione Civile ha vagliato il 27% di queste, 1,2 milioni, autorizzandone per 998mila euro e liquidandone per 429mila euro. Carpidiem, nella sezione Emergenza terremoto, propone poi in dettaglio non solo le delibere di Giunta e Consiglio che hanno affrontato questo tema ma anche nel dettaglio le diverse voci che compongono questi 4,5 milioni di euro: 1 milione e 153mila euro andranno ad esempio per i C.A.S., i Contributi di autonoma sistemazione, 803mila invece per interventi di prima assistenza agli sfollati del sisma, pasti e generi di conforto in particolare. Circa un milione infine e’ la previsione di spesa per l’allestimento e la gestione delle strutture temporanee di accoglienza.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here