Paltrinieri torna dall’Olimpiade: rimane l’orgoglio

0
250

“Stasera ho chiuso in 14’51”, pensavo meno. Ieri l’avevo fatta facile ma oggi mi sono visto andare via tutti nei primi 50 metri. Partenze così forti non le tengo, sono rimasto dietro
con un passo non mio. Alla fine il quinto posto va bene”. Il giovane atleta nega di aver avuto disturbi dopo il dolore alla spalla che lo aveva colpito ieri sera. “Il problema alla spalla
non l’ho sentito. Forse ieri avevo faticato troppo, e ho avuto dolori fino a stamattina, ma poi con le cure mi è passato”.
Ora non vede l’ora di tornare a casa: “Sono lontano da tempo per la preparazione – ha concluso Paltrinieri – e in questi mesi di vacanza che mi aspetta voglio stare a casa, a Carpi, anche se davvero a casa mia non potrò starci perché è inagibile”.
Rimane l’orgoglio nel ‘clan Paltrinieri’ anche se il 17enne di Carpi non è riuscito nell’
assalto al podio dei 1.500 stile libero alle Olimpiadi.
“Sei comunque un grande”, scrive uno dei tifosi di ‘Greg’ su Facebook, dove esiste un fan club nutrito che segue il nuotatore carpigiano campione d’Europa. Per il tecnico della Coopernuoto di Novellara Gabriele Bonazzi, che ha forgiato il talento per anni fino a quando l’anno scorso non ha deciso di allenarsi a Ostia nel Centro Federale, “Gregorio ha dovuto affrontare una gara complicata e sarebbe stato difficile fare di più. E’ stato bravissimo lo stesso e va applaudito per la sua Olimpiade”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here