Il sottopasso di via Traversa San Giorgio si farà e in tempi brevi

Comune e Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi hanno raggiunto la quadra: via Bassa verrà chiusa e resa pedonale e da lì partirà il sottopasso che sbucherà poi dall’altra parte, in via Bersana.

0
1669

Il sottopasso di via Traversa San Giorgio si farà e in tempi brevi. Comune e Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi si sono incontrati nei giorni scorsi per fare il punto su una infrastruttura indispensabile per garantire a pedoni e ciclisti di attraversare in sicurezza un asse stradale fortemente trafficato e purtroppo teatro di numerosi incidenti stradali anche mortali.

Dopo la fumata nera circa l’eventualità di realizzarvi un sovrappasso ora i due enti hanno raggiunto la quadra: via Bassa verrà chiusa e resa pedonale e da lì partirà il sottopasso che sbucherà poi dall’altra parte, in via Bersana. Un passaggio protetto e sicuro per tutti coloro che scelgono quella zona per correre, passeggiare o raggiungere il Parco SantaCroce di proprietà della Fondazione quando finalmente spalancherà ufficialmente le porte alla cittadinanza. Un’opera che di fatto collega Carpi alla frazione di Santa Croce e di cui si sentiva da tempo la necessità. Una volta che l’accordo quadro che stabilisce i rispettivi compiti, verrà approvato dagli organi competenti, ovvero i consigli di indirizzo e amministrazione per la Fondazione e quello Comunale, l’iter inizierà: la progettazione preliminare, che ha incassato l’assenso di Anas che gestisce via Traversa San Giorgio ed è stata condivisa dall’Ufficio Mobilità del Comune e dal tecnico incaricato dalla Fondazione, è sostanzialmente già pronta. 

L’opera da circa un milione di euro, completamente a carico della Fondazione, dovrebbe iniziare a vedere la luce nei prossimi mesi. 

Jessica Bianchi