Il senso della vita secondo un poco credente e un teologo

L’appuntamento con Luigi Manconi e il teologo Vito Mancuso è mercoledì 17 novembre, alle 21, presso l’Auditorium San Rocco, nel corso di un incontro organizzato da CNA Modena.

0
351

Un confronto tra due concezioni del mondo distanti e, per certi versi, inconciliabili: una ispirata alla religiosità, l’altra immersa nelle società e nella concretezza, ma entrambe tese a cercare il significato delle nostre scelte di fronte ai dilemmi della vita di ognuno di noi. È quello a cui daranno vita il pococredente, come lui stesso si definisce, Luigi Manconi e il teologo Vito Mancuso mercoledì 17 novembre, alle 21, presso l’Auditorium San Rocco, nel corso di un dialogo organizzato da CNA Modena.

L’occasione del confronto nasce dalla pubblicazione di due libri con un titolo molto simile scritti dai due autori: Il senso della vita, scritto appunto da Manconi e Mons. Vincenzo Paglia, e A proposito del senso della vita, l’ultimo lavoro di Mancuso.

Un confronto che si preannuncia stimolante e utile per comprendere i diversi punti di vista di un tema che è personale e collettivo allo stesso tempo.

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione sul sito di CNA Modena (www.mo.cna.it).

In base alle attuali normative, l’accesso all’auditorium sarà consentito solo ai possessori di green pass.