Bonaccini, “il green pass serve, potrebbe addirittura far ripartire alcune attività”

La maggioranza delle imprese modenesi del commercio, del turismo, della ristorazione e dell'artigianato sono favorevoli all'obbligatorietà del Green Pass; oltre il 60% ritiene sia indispensabile per discoteche e sale da ballo, per cinema e teatri e per il settore dei trasporti. E' questa la sintesi dell'indagine condotta da Confcommercio Modena nei giorni scorsi e che ha coinvolto circa 300 imprese modenesi del terziario e dell'artigianato. Dello stesso parere anche il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini.

0
469
il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini

La maggioranza delle imprese modenesi del commercio, del turismo, della ristorazione e dell’artigianato sono favorevoli all’obbligatorietà del Green Pass; oltre il 60% ritiene sia indispensabile per discoteche e sale da ballo, per cinema e teatri, per il settore dei trasporti; il 50% crede che l’obbligo del Green Pass renderebbe più sereno il clima lavorativo nelle imprese, mentre il 35% teme di perdere clienti; oltre il 60% ritiene che in autunno possa esserci un nuovo lockdown. E’ questa la sintesi dell’indagine condotta da Confcommercio Modena nei giorni scorsi e che ha coinvolto circa 300 imprese modenesi del terziario e dell’artigianato.

Dello stesso parere anche il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini: “siamo convinti che Green Pass serva. Da un lato può addirittura far ripartire alcune attività. Il fatto che oggi discoteche e locali da ballo siano chiusi e poi vi siano luoghi privati dove si danza senza alcun controllo con la conseguente creazione di assembramenti è un fatto. È giusto selezionare chi può entrare, affinché non contagi se stesso e gli altri, consentendo al contempo a un settore oggi veramente in ginocchio di poter riprendere un po’ di ossigeno. Inoltre ci sono ambiti, a partire dai luoghi dello sport e della cultura, che grazie al green pass potrebbero veder aumentata la percentuale di persone presenti”.