L’ultimo addio a Vincenzo Scazza: “buon viaggio papà. Ti vogliamo bene”.

Sono stati tanti coloro che oggi pomeriggio hanno voluto dare un ultimo e commosso saluto a Vincenzo Scazza, sconfitto da una malattia con cui combatteva da tempo. “Spero di aver ereditato la tua forza, - ha detto la figlia Gioia - la stessa con cui hai lottato contro la malattia senza mai lamentarti. So che non ci abbandonerai mai perché il tuo bene è infinito”.

0
2315

Sono stati tanti coloro che oggi pomeriggio hanno voluto dare un ultimo e commosso saluto a Vincenzo Scazza, sconfitto da una malattia con cui combatteva da tempo. Vincenzo, amatissimo da numerose generazioni di carpigiani, non aveva ancora 60 anni.

Tanta la commozione che ha accompagnato le esequie tenutesi presso la Chiesa parrocchiale di Fossoli dove in molti si sono recati per esprimere il proprio affetto ai familiari di Vincenzo, la moglie Jennifer, i figli Giada, Mirko, Emanuele, Gioia e Federico, la sorella Enrica, il fratello Angelo e tutti i parenti.

“Speravo di avere più tempo per stare insieme a te – ha detto la figlia Gioia – ma la tua anima è in ognuno di noi e so che non ci abbandonerai mai perché il tuo bene è infinito. Spero di aver ereditato la tua forza, la stessa con cui hai lottato contro la malattia senza mai lamentarti. Buon viaggio papà. Ti vogliamo bene”.

Che la terra ti sia lieve caro Vincenzo, resterai nel cuore di tutti noi. E come ha ricordato anche il parroco di Fossoli, “Dio ti ricompenserà per il bene che hai fatto alla Parrocchia e a coloro che hai incontrato nel corso della vita”.

J.B.