Il dottor Lanzoni va in pensione: una carriera spesa per il bene dei più piccoli

Paolo Lanzoni saluta la Direzione della Struttura complessa di Pediatria dell’Area Nord e va in congedo. Nella sua carriera, dedicata quasi interamente alla Pediatria e alla Neonatologia, a tutela della salute dei più piccoli, ha assistito e curato migliaia di bambini.

0
1217
Paolo Lanzoni

Paolo Lanzoni saluta la Direzione della Struttura complessa di Pediatria dell’Area Nord e va in congedo. Nella sua carriera, dedicata quasi interamente alla Pediatria e alla Neonatologia, a tutela della salute dei più piccoli, ha assistito e curato migliaia di bambini. In 40 anni di servizio si è occupato anche di Gastroenterologia, Neurologia e Nefrourologia ed Ecografia pediatrica.
64 anni, di origine bolognese, è sposato con quattro figli. Dopo la laurea in Medicina all’Università di Modena, consegue tre specializzazioni, in Pediatria, Malattie Infettive e Neuropediatria, perfezionandosi in Neonatologia, e il Diploma in Medicina tropicale e Igiene a Liverpool.
Inizia la carriera lavorativa nella Pediatria dell’Ospedale di Guastalla, per poi passare, nel 2000, all’Azienda Usl di Modena, in particolare nella Pediatria dell’Ospedale Ramazzini di Carpi, dimostrando capacità, sensibilità e grande dedizione. Doti confermate anche dall’impegno, decennale, al servizio dei più fragili: Lanzoni ha infatti operato come pediatra in vari Paesi dell’Africa (Tanzania, Uganda e Mozambico), sia in Ospedali missionari sia governativi con progetti del Ministero degli Esteri Italiano e dell’UNICEF. Ha inoltre partecipato al Progetto Arcobaleno della Regione Emilia Romagna per i rifugiati del Kosovo in Albania.
Nominato responsabile dell’ambulatorio delle Urgenze Pediatriche dell’ospedale di Carpi nel 2007, dieci anni dopo diventa Direttore della Struttura complessa di Pediatra dell’Area Nord dell’AUSL di Modena.
“Per l’Azienda USL è stato un privilegio aver annoverato tra le sue fila un professionista come il dottor Lanzoni – è il saluto della Direzione Generale –: a lui va un grande ringraziamento per il lavoro svolto a favore dei bambini della nostra provincia, unito a un sentito augurio per il pensionamento”.