Il gusto è servito al Borgo con i futuri chef del Nazareno

0
162

Un pomeriggio all’insegna del gusto attende i clienti del Centro Commerciale Il Borgogioioso di Carpi che ospita, sabato 26 gennaio dalle 16, la degustazione gratuita di specialità realizzate dalla brigata degli allievi dell’istituto alberghiero CFP Nazareno sotto la guida dello chef Andrea Borghi. L’evento si svolgerà nella galleria del Centro Commerciale di Carpi e sarà l’occasione per i giovani aspiranti chef di mettere alla prova il loro talento e la loro professionalità realizzando in modo originale una degustazione di stuzzichini basati su prodotti locali a km zero. Anche l’allestimento sarà curato in ogni dettaglio come il servizio per creare un’oasi dedicata all’esperienza del gusto e godere di un piacevole break durante lo shopping del sabato pomeriggio.
La sfida per i giovani allievi del CFP Nazareno consisterà anche nel dovere tenere conto del forte afflusso di clienti che il sabato pomeriggio affollano Il Borgogioioso e servirà ad evidenziare alcune competenze chiave del loro percorso professionale: le competenze di base per la preparazione delle diverse specialità, la capacità di comunicare con un pubblico molto diverso, la capacità di problem solving, il sapere pianificare e gestire i tempi, il tutto unito alla cura, alla gentilezza e alla capacità di essere in sintonia con i propri clienti. E, ultimo ma non meno importante, la passione e l’amore per un percorso che attraverso il cibo esprime uno dei più alti concetti di cucina nel mondo.
La brigata presente in galleria sarà costituita da allievi che hanno intrapreso un percorso professionale nell’ambito della ristorazione, potenzialmente aperto ai settori del catering e turistico-alberghiero; offrendo la testimonianza di una valida proposta a quanti, specie ragazzi e le loro famiglie, sono alle prese con la scelta di una scuola da frequentare per il prossimo anno scolastico. Al loro fianco lo chef Andrea Borghi, docente della scuola di formazione professionale Nazareno, che grazie alla guida del direttore Luca Franchini, sta vivendo una stagione di grande sviluppo e di profonda trasformazione per rispondere alle stimolanti richieste che provengono dal mondo del lavoro. In un Paese come l’Italia a forte vocazione turistica, oltre all’enorme patrimonio di cultura rappresentato dal più alto numero al mondo di siti Unesco, è la stessa cucina a costituire un elemento di attrattività. Ecco perché la ristorazione è diventata la componente aggiuntiva dell’offerta turistica e i cuochi italiani sono tra i più ricercati al mondo. A questo si aggiunge che secondo i dati FIPE (Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi) l’Italia è al terzo posto in Europa per i pasti consumati fuori casa, un dato che conferma l’interesse del mercato per figure professionali in questo settore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here