Dimmi come scrivi e ti dirò chi sei

0
319

Se siete fan attenti di Sherlock Holmes di certo ricorderete che tra le passioni dell’investigatore più amato della letteratura c’è anche una particolare branca di impronta psicologica che gli consente di ricavare indizi sulle persone a partire dalla loro scrittura: la grafologia. Giudicando stile, spaziature, dimensioni e tanto altro ancora dei segni grafici il detective di Baker Street è infatti in grado di tracciare all’istante il profilo psicologico della mano che ha scritto. Nella realtà le cose sono un po’ più complicate poiché, come sottolinea la grafologa carpigiana Margherita Po Quattrini, “per stilare un profilo occorrono pazienza, tempo, ponderatezza, obiettività e umiltà oltre, naturalmente, alla competenza che si acquisisce tramite scuole specifiche e percorsi accademici nell’ambito dell’alta formazione universitaria”, ma la scrittura parla certamente di ciascuno di noi. Personale e unica, infatti, la nostra grafia è una sorta di impronta digitale ed è in grado di svelare molti aspetti del nostro carattere e del nostro intelletto. “La grafologia – spiega Margherita Po Quattrini – è una scienza sperimentale che studia la scrittura e, attraverso l’analisi della rilevanza di certi segni e del contesto generale, (ritmo, modalità di occupazione dello spazio nel foglio, pressione…) coglie e interpreta diversi tratti del temperamento. C’è un collegamento tra la mano e l’area neurologica che viene sollecitata: tramite i micro movimenti che compiamo mentre scriviamo, sollecitiamo alcune parti del cervello, associate a determinate funzioni cognitive e affettive. Una lettera particolarmente curva, ad esempio, esprime una buona capacità di adattamento e una spiccata apertura verso gli altri”.

Cosa si cela dietro alla grafia? 

Girolamo Moretti, fondatore della scuola grafologica italiana, sosteneva che Il gesto grafico è la personalità dello scrivente materializzata nella sua scrittura. Secondo Augusto Vels, caposcuola della grafologia spagnola, la scrittura può essere definita una sorta di encefalogramma naturale che rivela moltissimo di ciascuno di noi”.

In quali ambiti viene utilizzata la Grafologia?

“La grafologia viene utilizzata in numerosi ambiti come, ad esempio, quello aziendale. Un’analisi grafologica, infatti, può rivelarsi uno strumento prezioso ai fini della selezione del personale, per capire se una persona è capace di prendere decisioni in modo autonomo, se è portata al lavoro di squadra, se ha una mente analitica… Redigere un profilo di tipo attitudinale dei propri dipendenti può essere utile anche in caso di ricollocazione all’interno della medesima azienda o a fronte di un cambiamento nell’organigramma per capire chi è più adatto a svolgere una determinata mansione. La Grafologia può essere utile anche in ambito scolastico per aiutare i ragazzi nel  diventare consapevoli dei propri punti di forza o di debolezza, o a orientarsi nella scelta del proprio percorso di studi. E, ancora, la grafologia è uno strumento in ambito peritale e giudiziario e il grafologo può iscriversi nella lista dei Ctu accreditati dai tribunali. Affascinanti i versanti della grafologia evolutiva che analizza anche lo scarabocchio e il disegno infantile utilizzando i propri strumenti specifici e della rieducazione al gesto grafico in cui il grafologo corregge gli aspetti disfunzionali  della scrittura individuale. Se è vero che la mente influenza la scrittura, infatti, vale anche il contrario: scrivere bene può esercitare un effetto benefico sulla nostra mente. Noi influenziamo la scrittura e lei noi, in un rapporto di reciprocità”.

Introduzione alla grafologia è questo il tema dell’incontro che Margherita Po Quattrini terrà il 25 ottobre, dalle 14.30 alle 18.30,  presso la sede di P&B Servizi, in via Zappiano 1/G. Un’occasione preziosa per approfondire una materia affascinante, cimentarsi in un laboratorio di analisi della grafia e, perché no, scoprire una nuova opportunità di crescita personale e professionale. 

Per iscrizioni e informazioni è possibile chiamare lo 059.645389 o scrivere a info@metacarpi.it. 

Jessica Bianchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here