Una staffetta per non dimenticare

0
179

La Staffetta Terremoto Emilia  – realizzata da Atletica Cibeno in collaborazione con Banca Popolare di San Felice, Lapam -Confartigianato, Tipografia Sogari e Radio Bruno e inserita, quest’anno, all’interno del programma della Festa del Patrono di Carpi –  è giunta a Carpi sabato 19 maggio dopo una lunga giornata di corsa e caldo. Sono stati oltre 300 i podisti che hanno attraversato oltre 50 paesi del cratere in uno sforzo organizzativo enorme. Perché tra pit-stop rigenerativi e le alte temperature l'impegno è stato tanto trovando però anche l'importante sostegno delle istituzioni. Nata all’indomani del sisma del 2012, l’iniziativa non competitiva si propone l’obiettivo di non dimenticare quanto accaduto, attraverso il passaggio nei comuni e nelle frazioni colpiti dal terremoto. Oltre a questo, il ricavato della Staffetta viene devoluto, ogni anno, a iniziative di carattere sportivo e, in questa occasione, andrà a vantaggio del Comune di Carpi per essere utilizzato a sostegno di iniziative sociali tese a incentivare la praticare l’attività sportiva. Quest’anno, per la prima volta, la tappa finale è spettata a Carpi, e i rappresentanti dei gruppi si sono dati appuntamento presso l’Atletica Cibeno, prima di confluire in Piazza Martiri, davanti a Palazzo Scacchetti.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here