Primus, il pane per “salutariani”

0
679

E’ una vera e propria comunità quella che ruota intorno al pane Primus e che si ritrova sui social e sul portale dedicato allo speciale pane che viene realizzato a Carpi. La testimonianza più recente postata su Facebook (www.facebook.com/primuspane) è quella di una giovane ragazza dal viso sorridente. “Da 5 anni soffro – scrive Daria –  di sindrome di colon irritabile che mi ha portata a soffrire di stipsi e meteorismo doloroso. Faccio una dieta vegetariana non mangio cibi raffinati o industriali, raramente latticini e uova. Ho provato di tutto e di più. I problemi all’intestino mi hanno portata a un abbassamento di vista improvviso, disturbi mestruali, una fragilità ai denti, depressione e costante astenia. Finché mia madre non ha scoperto il pane Primus di Sandro Santolin, l’unico alimento che il mio intestino accetta senza fare capricci, una vera manna dal cielo. Ovviamente il passo successivo doveva essere sfiammare l’intestino. Ormai non credevo più a niente, al contrario di mia madre che non si è arresa e ha contattato il professor Paolo Mainardi per avere informazioni su Serplus. Per farla breve ho iniziato la cura e sono rinata. Questo per dirvi che non avete nulla da perdere a provare, ma solo da guadagnarci”.  Mattia, un ciclista professionista, scrive sul portale ( www.primuspane.it): “da qualche giorno utilizzo il vostro Primus. Ho fatto un primo ordine per provarlo inserendo anche una pagnotta con uvetta oltre a 3 fantastici Primus 100. Volevo semplicemente complimentarvi con voi perché dopo nemmeno una settimana di utilizzo inizio a sentire gli enormi benefici dei vostri prodotti e farvi sapere che da oggi avrete un altro affezionato cliente che vi supporta e cercherà di diffondere i vostri fenomenali prodotti durante ogni competizione”. Non si tratta esclusivamente di persone che si ritrovano un problema di salute ma perlopiù di “salutariani” che hanno a cuore la propria salute e vogliono mantenersi in linea. “Il salutariano – spiega Sandro Santolin del Pane del Fornaio – non è un filosofo e non si ispira ad alcuna religione. Mentre vegani e vegetariani adottano uno stile di vita particolare, oppure chi si nutre di alimenti biologici supporta certamente un’agricoltura meno impattante sull’ambiente, il salutariano fa scelte alimentari mirate a migliorare concretamente la propria salute. Infatti, si può essere vegani, vegetariani, consumatori di prodotti biologici, non fumatori e non riuscire a proteggere sufficientemente, come un salutariano fa, la propria salute. Ad esempio, mangiando tutti i giorni cibi raffinati (zuccheri, margarine, pasta e pane non integrali) o consumando cibo biologico ma di origine animale ad allevamento intensivo. La particolare saggezza che motiva il salutariano lo rende responsabile nella protezione della propria salute e, indirettamente, di quella del pianeta intero”.
Da queste ispirazioni è nato Primus, il pane a base di leguminose caratterizzato da un bassissimo indice glicemico, da una ricchezza di valori nutrizionali nonostante la scarsa densità calorica, dalla riduzione drastica della presenza di glutine degradato con la fermentazione naturale, dalla sopravvivenza degli enzimi e della flora batterica che conferisce al pane una migliore digeribilità. Primus è disponibile presso i punti vendita de Il Pane del Fornaio a Carpi e online all’indirizzo  www.primuspane.it/shop.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here