Aimag: un gruppo in buona salute

0
79

Il Bilancio 2014 di Aimag “chiude con un utile positivo, a dimostrazione della buona salute del gruppo”, puntualizza il presidente della multiutility, Mirco Arletti. Il valore della produzione del Gruppo si attesta intorno ai 228 milioni, con un margine operativo lordo che passa da 49,9 milioni del 2013 a 45,7: “la flessione, fortemente legata alla riduzione dei volumi venduti di gas a causa dell’inverno particolarmente mite (circa 50 milioni di metri cubi in meno), è stata contenuta dal contributo positivo apportato dalla fusione con Sorgea Energia”, aggiunge il direttore generale Antonio Dondi. Alcuni parametri, al contrario, migliorano, prosegue Arletti: “l’indebitamento e il capitale circolante si riducono e il rapporto PFN/MOL (il rapporto tra Posizione Finanziaria Netta e Margine Operativo Lordo misura la capacità e i tempi di rimborso del debito finanziario) si mantiene stabilmente sotto il 2. In soldoni, pur consapevoli delle sfide e delle difficoltà che ci attendono, il Gruppo può vantare una buona riserva di capacità di investimento”. A livello finanziario, infatti, assicura Dondi, “siamo tornati alla condizione pre sisma, scongiurando la paventata crisi di liquidità”. Dei dieci mili
oni di euro non incassati a causa del terremoto, sette sono stati recuperati e l’aspettativa è di ridurre la voce morosità di circa un milione di euro entro fine anno. Soddisfatti gli azionisti: “l’Assemblea dei soci  – ha concluso Mirco Arletti – ha infatti previsto di destinare loro il 95% dell’utile netto di esercizio, pari a 5,4 milioni di euro”.
Con oltre 155 milioni di patrimonio netto, Aimag si appresta ora ad affrontare le sfide del prossimo futuro. Conscia che, da sola, potrà andare poco lontano. Soprattutto in vista dell’appuntamento con la gara per la concessione della distribuzione del gas.
Jessica Bianchi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here