“Un regalo che ci fa sentire la vicinanza della città”

0
91

Si è svolta sabato 6 giugno la cerimonia di intitolazione della Scuola media di Cibeno all’astrofisica Margherita Hack e dell’Auditorium attiguo a Bartolomeo Montanari, il 12enne scomparso nel sonno lo scorso anno. Alla presenza di studenti, insegnanti e del sindaco Alberto Bellelli, il dirigente scolastico Tiziano Mantovani ha esordito sottolinenando come l’intitolazione a Margherita Hack abbia un profondo significato: “questa scienziata incarna perfettamente la capacità di mettersi sempre in gioco, una qualità fondamentale nella vita, soprattutto nei più giovani”. Particolarmente toccanti le parole spese per il piccolo Bartolomeo: “era un alunno di prima media che, in occasione dell’inaugurazione di questa scuola, era tra i musicisti. Non potevamo – ha proseguito il preside Mantovani – non dedicare questo auditorium alla sua memoria”. Alla cerimonia ha preso parte anche la mamma di Bartolomeo, Cinzia, che ha raccontato quanto fosse forte l’amore per la musica del suo Bart. “La proposta di dedicargli l’Auditorium ci ha riempito il cuore di emozione. Lui era profondamente legato alla musica: questo Auditorium è un regalo enorme che ci fa sentire la vicinanza di tutta la città”.
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here