Arrestati due pregiudicati per rapina e lesioni

0
76

Nei giorni scorsi i Carabinieri di Carpi sono intervenuti in due circostanze di particolare delicatezza. La prima riguarda una rapina con accoltellamento nei pressi delle scuole Collodi, la seconda è relativa a una richiesta formulata dai cittadini intimoriti dal bivacco di un gruppetto di stranieri in via Fassi.
Martedì notte, verso l’1.30, un cittadino ha telefonato al 112 richiedendo il tempestivo intervento dell’Arma perché aveva assistito a una lite fra tre persone. I militari  si sono recati sul posto e, appena giunti, hanno trovato un 25enne italiano seduto sul marciapiede, con vistose ferite da arma da taglio alle gambe e con il volto tumefatto che era stato aggredito poco prima da due coetanei i quali gli avevano asportato un telefono I-Phone 6, colpendolo con un coltello alle cosce. Dopo aver chiamato l’ambulanza e fatto trasportare in ospedale, i Carabinieri si sono messi alla ricerca dei due malviventi, identificati in due pregiudicati italiani “sorvegliati speciali”, che durante la perquisizione sono stati trovati in possesso del cellulare rubato poco prima, ma non del coltello, di cui si erano probabilmente disfatti poco prima. Tratti in arresto per rapina e lesioni, sono stati tradotti in carcere in attesa di giudizio.
La seconda operazione condotta dai militari è di ieri sera, quando i cittadini di via Fassi hanno telefonato al 112 chiedendo l’intervento dei Carabinieri perché avevano assistito alla scena di un concittadino che veniva intimorito da un gruppetto di stranieri che bivaccavano nel parco attiguo alla chiesa di San Niccolò, con bottiglie di birra in mano, a cui l’uomo si era rivolto per rimproverarli del loro comportamento e dei loro schiamazzi. La pattuglia giunta sul posto ha gestito con fermezza e decisione la situazione, identificando i 5 stranieri, tra i 40 e i 50 anni tunisini con precedenti penali, che subito dopo sono stati allontanati.   

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here