Slittano i termini per la presentazione delle domande di contributo

0
23

Aggiornate le procedure sulla ricostruzione delle abitazioni private. Lo definisce l’ordinanza n. 71 del 17 ottobre 2014 varata oggi pomeriggio dal Commissario delegato alla Ricostruzione Alfredo Bertelli  che proroga i termini di presentazione delle domande di contributo per la ricostruzione dei privata.
Le modifiche sono scaturite dall’esperienza maturata sulle pratiche in corso e a seguito del confronto con i comuni, colpiti dagli eventi sismici del maggio 2012, e con il supporto del tavolo tecnico permanente con gli ordini professionali delle quattro province coinvolte.
Tra le novità la proroga al 31 dicembre 2015 dei termini per la presentazione delle domande di contributo per gli immobili classificati E. Prorogati anche i termini per la presentazione delle domande degli immobili inclusi nelle UMI e quelli delle associazioni senza scopo di lucro.
Sono stati rivisti i tempi di protocollazione, accettazione e istruttoria delle domande da parte dei comuni allineandoli a quelli della legge regionale 15/2013 in materia di edilizia (decorsi cinque giorni la pratica si intende accettata e dal quel momento partono i 90 giorni per l’istruttoria dei Comuni) e sono stati allungati anche i tempi per la presentazione delle integrazioni da parte dei professionisti (da 10 a 30 giorni). Viene maggiormente dettagliato il procedimento da seguire in caso di varianti che si dovessero rendere necessarie nel corso dell’esecuzione dei lavori.
A due anni dal sisma alla luce delle numerose pratiche presentate, istruite e i contributi già concessi, sono state maggiormente dettagliate le attività da parte dei Comuni e del Commissario inerenti il controllo sulla parte edilizia e strutturale dei progetti, sui computi metrici e sulle attività amministrative. Il provvedimento contiene, inoltre, altre disposizioni di carattere tecnico che chiariscono e specificano maggiormente le procedure per il calcolo dei contributi e per la presentazione delle domande. 


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here