Carpi in mostra a Firenze nello scatto di Solomita

Il carpigiano Francesco Solomita, 22 anni, sta muovendo i primi passi nel campo della fotografia

0
870
Carpi nel grigio

Sta muovendo i primi passi nel campo della fotografia e già ci sono i primi riconoscimenti del suo talento. Il carpigiano Francesco Solomita, 22 anni, è all’inizio del suo percorso ma conosce bene la sua Canon Eos 2000 D, padroneggia i fondamenti e si esercita regolarmente per trovare il suo stile.

Francesco Solomita

In esposizione fino al 15 luglio a Firenze presso la galleria Dantebus c’è una sua fotografia dal titolo “Carpi nel grigio” con i sanpietrini di piazza Martiri in primo piano e sullo sfondo i colori della Cattedrale. “A questa fotografia tengo particolarmente perché rappresenta la mia città. Voglio ringraziare Dantebus per l’opportunità, la mia famiglia e la mia migliore amica perché hanno creduto in me” dice Francesco nel video promozionale delle opere esposte realizzato in occasione dell’inaugurazione.

Tutto è iniziato un po’ per caso partecipando a un concorso di Dantebus che poi ha selezionato “Carpi nel grigio” per l’esposizione temporanea in cui l’opera di Solomita è presentata da una recensione che usa parole lusinghiere. “La scelta del punto di vista – vi si legge – non è casuale: L’arte non riproduce ciò che è visibile, ma rende visibile ciò che non sempre lo è, diceva Paul Klee e Francesco sembra seguire questo principio nel modo in cui presenta il Duomo. Questa fotografia richiama l’opera di Luigi Ghirri, noto per la sua capacità di trasformare il quotidiano in poesia visiva. Come Ghirri, Francesco esplora la relazione tra spazio, luce e memoria creando immagini che sono al tempo stesso documenti storici ed espressioni artistiche… Il Duomo è una finestra sull’interiorità che insegna a guardare oltre l’apparente monotonia del grigio, a scoprire la luce nascosta nelle ombre e a trovare la bellezza anche nei giorni più cupi”.

Francesco Solomita insieme al Sindaco Riccardo Righi

Il percorso è ancora lungo e Francesco Solomita per ora si sente libero di esplorare il mondo della fotografia aperto a suggerimenti e consigli per migliorare affinché questa possa diventare l’attività della sua vita. La vetrina di Firenze, oltre ad aver permesso a Francesco di farsi conoscere, è stata per la nostra città l’occasione di mettersi in mostra con tutta la sua bellezza. Lo ha riconosciuto anche il Sindaco Riccardo Righi al quale Francesco ha fatto dono dello scatto “Carpi nel grigio”.

 

 

 

Questo il link per vedere tutte le opere https://francescosolomita.dantebus.com/

S.G.