TecnicaMente, il Vallauri è terzo

Il terzo posto è andato all’Ipsia Vallauri di Carpi con il progetto 1984: individualità programmata.

0
478

Sono stati i ragazzi dell’Itis Volta di Frosinone a convincere la giuria e aggiudicarsi la finalissima della decima edizione di TecnicaMente il progetto di Adecco, nato con l’obiettivo di mettere in contatto i giovani provenienti da istituti superiori di estrazione tecnica con il mondo delle aziende.

Davanti alla commissione i ragazzi hanno presentato Brother, un androide cognitivo con sembianze umane, realizzato in polimeri plastici, dotato di capacità decisionali e d’interazione con il mondo esterno, basate sul riconoscimento di eventi con il supporto dell’IA. È stato progettato per riconoscere oggetti, persone e visi archiviati nel suo database. È in grado di riconoscere il Linguaggio Italiano dei Segni in tempo reale eseguito da un umano se si trova nel suo campo visivo, traducendone le frasi e fornendo l’audio della traduzione. L’output viene anche inviato a un tablet braille appositamente costruito. Brother è una tecnologia a supporto di progetti di inclusione sociale e integrazione tecnologica come reason why. Al secondo posto  si è classificato Aide, realizzato dall’ Istituto E. Fermi di Ascoli Piceno, mentre il terzo posto è andato all’IPSIA Vallauri di Carpi con il progetto 1984: individualità programmata.   

La finalissima – conquistata da 10 istituti tecnici – si è svolta oggi, 11 ottobre a Milano, presso PHYD, digital ventures di The Adecco Group.

Il progetto TecnicaMente nasce per allenare i ragazzi alle dinamiche del mondo del lavoro. Ogni istituto ha realizzato un prototipo per la risoluzione di uno specifico problema legato all’ambito produttivo. Gli studenti durante l’elaborazione del progetto hanno avuto la possibilità di vistare le imprese, in particolare le linee di produzione, godere del mentoring di responsabili tecnici dell’azienda che ha fornito  loro anche il materiale necessario per l’elaborazione del progetto, con vincoli di budget e di tempistiche. TecnicaMente permette una conoscenza e un’interazione diretta tra scuole, aziende e studenti, fornendo così un’esperienza molto concreta per i ragazzi e offre alle aziende la possibilità di conoscere meglio i talenti per un eventuale inserimento in organico. Le aziende partecipanti, infatti, si impegneranno a investire sui giovani talenti con proposte di valore e programmi di affiancamento.