Hai perso qualcosa per strada? Lo puoi cercare all’Ufficio Oggetti Rinvenuti

C’è anche un permesso di soggiorno tra gli oggetti smarriti nei primi tre mesi dell'anno oltre a portafogli (4), telefoni cellulari (7), zaini (3), bancomat (3), e persino un orologio apple. A fare la parte del leone sono i mezzi di trasporto, con ben sei bicilette e un monopattino.

0
996
foto di repertorio

Uno zaino scolastico dimenticato sull’autobus, le chiavi dell’auto smarrite chissà dove, badge e tessere scivolate da una tasca ma anche biciclette, monopattini e cellulari: sono una quarantina gli oggetti ‘smarriti’ consegnati all’Ufficio Oggetti Rinvenuti che ha sede presso la Polizia Locale di Carpi in via Tre Febbraio nei primi tre mesi dell’anno.  C’è anche un permesso di soggiorno oltre ai portafogli (4), telefoni cellulari (7), zaini (3), bancomat (3), e persino un orologio apple. A fare la parte del leone sono i mezzi di trasporto, con ben sei bicilette e un monopattino.

Ancora non è prevista la possibilità di consultare l’elenco online come avviene sul sito del Comune di Modena in cui è più semplice e veloce verificare se sono stati riportati oggetti appartenenti alla stessa categoria di quelli perduti o rubati.

A Carpi occorre presentarsi di persona: il proprietario dell’oggetto, qualora intendesse recuperarlo, deve presentarsi – previo appuntamento – all’Ufficio Oggetti Smarriti del Comando (via Tre Febbraio, 2/A) con documento d’identità e copia della denuncia di furto o smarrimento rilasciata a suo tempo dall’organo di polizia presso il quale era stata fatta. Per informazioni telefonare allo 059649555; allo stesso numero si deve chiamare per chiedere un appuntamento, dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle 12.30 (il giovedì fino alle 18.30 con orario continuato). La legge prevede che se nessuno “reclama” il pezzo, passato un anno dall’ultimo giorno di pubblicazione sull’Albo Pretorio, l’oggetto può essere richiesto da chi l’aveva portato