Il Bistrò53 si rifà il look e diventa anche un ristorantino didattico

Quest’anno, dotando la struttura delle caratteristiche chiusure a vetro tipiche dei dehors, oltre che luogo di ristorazione aperto tutto l’anno, il Bistrò53, diventerà anche sede di formazione continuativa nel settore della ristorazione. I percorsi formativi, organizzati in collaborazione con la scuola alberghiera CFP Nazareno, sono rivolti a soggetti fragili come giovani con disabilità, Neet, lavoratori svantaggiati o disoccupati adulti con difficoltà di ricollocamento e, con programmi specifici, anche a studenti e ragazzi in situazioni di bisogno o di disagio e ad alto rischio di abbandono scolastico.

0
2651

Il progetto Taste the Future, avviato nel 2022, è stato pensato per sfruttare al meglio le potenzialità della sede del Bistrò53, il prato del gusto inaugurato nel 2017 come luogo di ristorazione estiva per offrire nuove opportunità di lavoro alle persone seguite dalla Cooperativa Nazareno Work. Quest’anno, dotando la struttura delle caratteristiche chiusure a vetro tipiche dei dehors, oltre che luogo di ristorazione aperto tutto l’anno, il Bistrò53, diventerà anche sede di formazione continuativa nel settore della ristorazione e non più solo periodica come avvenuto negli scorsi anni.

Creando idealmente un “ristorantino didattico” dove imparare un mestiere sul campo a diretto contatto con il pubblico, grazie a percorsi di apprendimento del mestiere di cuoco, barman, cameriere o maître di sala, si potranno realizzare sempre di più attività come stage lavorativi e progetti di alternanza scuola-lavoro. Questi percorsi formativi, organizzati in collaborazione con la scuola alberghiera CFP Nazareno di Carpi, sono rivolti a soggetti fragili come giovani con disabilità, Neet, lavoratori svantaggiati o disoccupati adulti con difficoltà di ricollocamento e, con programmi specifici, anche a studenti e ragazzi in situazioni di bisogno o di disagio e ad alto rischio di abbandono scolastico.I partecipanti ai corsi per adulti, la cui formazione è sempre certificata dall’ente accreditato CFP Nazareno, avranno così la possibilità di candidarsi come lavoratori sia presso i numerosi locali del territorio che presso il Bistrò53. Il progetto Taste the Future, che ha una durata triennale con il coinvolgendo di una novantina di persone tra docenti e allievi ogni anno e tutti suddivisi in più moduli formativi a seconda dei soggetti, è stato realizzato grazie al sostegno economico della Fondazione Deutsche Bank di Milano. In tutto ciò, determinante è anche la collaborazione con l’Orto biodinamico Buccia, situato nel terreno antistante il Bistrò53, dove dalla primavera all’autunno inoltrato vengono coltivate e raccolte verdure stagionali a Km 0, tutte preparate da persone con disabilità e invalidità. Infine, il ristorante, potrà così finalmente offrire per tutto il tempo dell’anno, oltre alla ristorazione singola anche la disponibilità per eventi come compleanni, battesimi, matrimoni, feste di laurea, meeting, cene di lavoro e di rappresentanza.