Gambero Rosso premia Pasticceria Alfieri

Due torte alla pasticceria di Correggio dalla ‘rossa’ più ambita del settore: una testimonianza che porta con sé tutto il valore di un lavoro perseguito con costanza e passione da Cinzia Alfieri e Luca Lusetti

0
1615
ph Elena Fantini Fotografa

E’ un segnale importante di conferma che la strada è quella giusta: il Gambero Rosso ha assegnato le due torte a Pasticceria Alfieri e, per il risultato conseguito, c’è grande euforia al civico 23 di via Mazzini a Correggio. “Dal 2014 riceviamo l’importante riconoscimento delle due torte da parte del Gambero Rosso che ci ha assegnato 86 punti.

Siamo riusciti a migliorare rispetto al risultato conseguito nel 2019, poi c’è stata la pandemia ma noi non ci siamo mai fermati nemmeno un minuto” commenta Cinzia Alfieri, orgogliosa del lavoro perseguito con costanza e passione insieme a Luca Lusetti, compagno di vita, e alle ragazze che collaborano con loro.

 

Di recente Pasticceria Alfieri è stata oggetto di un restyling in stile vintage curato dagli architetti Rita Lasagni e Sara Fattori che sono riuscite a donare luminosità e un tocco di originalità al locale in cui, a stupire gli occhi, ancor prima del palato, è il tripudio di colori dei mignon realizzati con raffinatezza estrema e disposti in lunghe file nel banco della pasticceria.

Gambero Rosso, oltre ai mignon e alle torte, ha decantato i lievitati definiti “di un livello raramente riscontrabile altrove in provincia” e la cioccolateria eccellente, “in cui la scelta di fave di cacao d’élite incontra una tecnica sopraffina, oltre che blasonata, e in costante perfezionamento”.

Fedele alle tradizioni del territorio, Pasticceria Alfieri rende omaggio al cuore dell’Emilia con la Moretta di Vignola (torta che valorizza l’omonima ciliegia), con le ottime crostate e con il Busilan gentile, la ciambella creata con la farina di Andrea Gherpelli ‘Gentil Rosso’, da ‘pucciare’ nel moscato, nel malvasia dolce o in un ottimo passito. Non ci sono segreti se non tanto lavoro e passione per stupire a ogni creazione e portare in paradiso il palato dei clienti.

 

Sara Gelli