Career Day, una sfida vinta per il Vinci

All’insegna del motto “da soli si va veloci ma insieme si va lontano”, si è svolta la prima edizione del Career Day, organizzato dall’Istituto Tecnico Leonardo da Vinci di Carpi e che ha visto la partecipazione di 22 aziende del territorio, 3 facoltà del nuovo percorso SUPER (Scuola Universitaria per le Professioni tecniche Emilia Romagna), 2 enti di formazione, 2 agenzie per il lavoro e l’ordine dei Periti Industriali della provincia di Modena.

0
626

All’insegna del motto “da soli si va veloci ma insieme si va lontano”, si è svolta la prima edizione del Career Day, organizzato dall’Istituto Tecnico Leonardo da Vinci di Carpi e che ha visto la partecipazione di 22 aziende del territorio, 3 facoltà del nuovo percorso SUPER (Scuola Universitaria per le Professioni tecniche Emilia Romagna), 2 enti di formazione, 2 agenzie per il lavoro e l’ordine dei Periti Industriali della provincia di Modena.

La giornata è stata inaugurata dall’assessore a Scuola, Cultura e Politiche giovanili, Davide Dalle Ave, e dal dirigente dell’Istituto, Marcello Miselli.  

Alle parole del dirigente “…ottima iniziativa, che si inserisce tra quelle che hanno l’obiettivo di rafforzare i rapporti scuola/territorio, scuola/mondo produttivo, scuola/formazione post-diploma, questo tipo di attività serve ad integrare il percorso scolastico e lavorativo, un plus per gli studenti che riescono ad entrare in contatto con importanti aziende, a farsi conoscere e a sperimentare cosa significa prepararsi ad un colloquio di lavoro, ma un plus anche per le aziende che possono conoscere da vicino la realtà scolastica e conoscere meglio le possibili future figure lavorative da integrare nell’azienda…”, sono seguite quelle dell’Assessore, che ha ringraziato la scuola per l’iniziativa e ha sottolineato che il nostro territorio  presenta una proposta culturale integrata da 0 anni al diploma e pone i servizi educativi come priorità. “Gli ultimi due anni sono stati difficili” ricorda Dalle Ave, “anche per gli studenti e i docenti: momenti come questo sono importantissimi, si configurano come la conclusione del percorso formativo, e mi auguro che l’iniziativa continui nei prossimi anni”.  All’evento hanno partecipato una cinquantina di studenti delle classi quinte dell’Istituto, che per tutto il pomeriggio hanno sostenuto colloqui e lasciato curricula, chiesto informazioni e scambiato idee sul proprio futuro.  Molti gli elogi da parte delle aziende presenti agli studenti, che hanno dimostrato di avere voglia di fare e di mettersi in gioco.

Grande è stata la soddisfazione da parte degli studenti: “un incontro molto interessante, ben organizzato, attraverso il quale è possibile entrare in stretto contatto con numerose realtà del nostro territorio; presentarsi per un eventuale colloquio di lavoro futuro, chiarirsi le idee, aprire sfide differenti dal percorso di studi effettuato, sono tutte le possibilità che questo incontro mi ha offerto. Altamente consigliato, spero che venga riproposto negli anni futuri” commenta  Matteo Subazzoli.

”È stata una giornata molto importante e molto utile l’esperienza che mi sono fatto su come comportarsi durante un colloquio di lavoro” aggiunge Riccardo Fusari; “la mia intenzione è quella di proseguire gli studi e ho trovato molto interessanti i colloqui con le università e con le agenzie per il lavoro, ma anche i colloqui con i responsabili delle aziende che mi hanno chiarito bene quali fossero le figure che stavano cercando e questo non sempre coincideva con le mie ambizioni e mi hanno suggerito di tornare una volta terminati gli studi universitari” prosegue Milos Nikolic. 

Concorda coi compagni anche Riccardo Bonaccini: “l’evento è stato molto interessante e mi ha permesso di fare un confronto tra alcune aziende del territorio sviluppate in diversi settori e chiarire i dubbi sulle lauree professionalizzanti, utile anche per capire come comportarsi e relazionarsi durante un colloquio”.

Pienamente soddisfatti dell’adesione sia delle aziende che degli studenti i docenti organizzatori – Paola Bulgarelli, Monia Mussini e Luca Bertoli – pronti a ripetere l’iniziativa anche il prossimo anno, sperando che anche gli studenti delle altre scuole di Carpi possano sfruttare l’opportunità di partecipare all’iniziativa.