La musica dei Maneskin corre sulle corde di Marco Guzzo

Sono il fenomeno musicale del momento. Ed è proprio dai brani dei Maneskin che prende le mosse This is Manesdream, l’innovativo musical della Compagnia della Corona al debutto sabato 14 maggio, alle 21, presso il Teatro Fanin di San Giovanni in Persiceto. Tra gli artisti in scena anche un carpigiano, il musicista chitarrista e arrangiatore Marco Guzzo.

0
690

Sono il fenomeno musicale del momento. Ed è proprio dai brani dei Maneskin che prende le mosse This is Manesdream, l’innovativo musical della Compagnia della Corona. Un progetto, scritto e diretto da Salvatore Sito, in cui teatro, musica e video art si fondono dando vita a uno spettacolo dalle tinte decisamente originali.

Tra gli artisti in scena anche un carpigiano d’adozione, il musicista chitarrista e arrangiatore Marco Guzzo. “Ho iniziato a studiare la chitarra quando avevo solo otto anni e col tempo il mio insegnante di musica mi ha preso sotto la sua ala. Chitarrista di Marcella Bella, mi introdusse sulla scena musicale del tempo ed entrai a far parte di un gruppo spalla di vari artisti degli Anni Novanta”. Una passione, quella per la musica, che non si è mai sopita e che ha accompagnato Marco in ogni momento della sua vita. Una colonna sonora che lo ha sempre sostenuto nel percorso di studi e che è tuttora parte integrante delle sue giornate nonostante il suo lavoro di infermiere lo impegni molto.

Marco Guzzo, chitarrista ufficiale di The Pelvis Band (tributo ad Elvis Presley), Reload (party band) e Legend 80s (tributo a tre leggende degli Anni ’80), vanta numerose collaborazioni con vari artisti ma il tempo è poco e quindi, spiega, “mi dedico solo a progetti in cui credo e che mi piacciono, d’altronde pur essendo un musicista, il mio lavoro è un altro e dunque ho il privilegio di poter scegliere ciò che più mi diverte e mi appassiona”. 

Suonare live in un musical è un’esperienza nuova ma “non potevo rifiutare l’invito della Compagnia della Corona. This is Manesdream infatti è estroso, originale, intenso. E’ uno spettacolo unico nel suo genere. La messa in scena prevede l’utilizzo di un linguaggio diversificato e la storia – come la musica – arriva dritta al cuore”.

Sul palco a prendere vita è la storia di Coraline, una giovane musicista di talento dall’animo fragile. Una ragazza costretta a lottare contro un perfido nemico, la depressione. Un dolore, quello che sente dentro, che la porterà a un passo dal baratro.

La prima dello spettacolo si terrà sabato 14 maggio, alle 21, presso il Teatro Fanin di San Giovanni in Persiceto (per info: https://www.compagniadellacorona.it/manesdream). Uno spettacolo potente, da non perdere.

Jessica Bianchi