Emergenza Ucraina, l’Ausl cerca mediatori volontari

L’Azienda Usl di Modena, in collaborazione con l’associazione Porta Aperta di Modena, ha avviato un percorso per individuare cittadini ucraini disponibili a svolgere attività di accoglienza e mediazione volontaria presso i Punti di assistenza sanitaria attivati in ognuno dei sette distretti della provincia, a integrazione dei servizi già attivati.

0
299

L’Azienda Usl di Modena, in collaborazione con l’associazione Porta Aperta di Modena, ha avviato un percorso per individuare cittadini ucraini disponibili a svolgere attività di accoglienza e mediazione volontaria presso i Punti di assistenza sanitaria attivati in ognuno dei sette distretti della provincia, a integrazione dei servizi già attivati. La ricerca ha lo scopo di garantire la presenza continuativa di un mediatore volontario, che risulterà in prospettiva sempre più utile alla luce di un aumento considerevole dei profughi privi di contatti diretti sul territorio (parenti e amici).

 

L’Ausl di Modena, per gestire in maniera corretta e sicura le disponibilità dei volontari, ha definito un percorso con Porta Aperta che organizza direttamente i colloqui con i cittadini ucraini disponibili e li inserisce nella propria squadra con una specifica copertura assicurativa.

Gli interessati al colloquio possono contattare l’associazione al numero 3421866850 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 14) o scrivendo alla mail elena.tanzi@portaapertamodena.it, sarà poi la stessa ‘Porta Aperta’ a contattare i vari distretti sanitari per comunicare le disponibilità dei mediatori volontari da inserire.