Garc tutela il suo patrimonio più prezioso: le persone

L’azienda carpigiana Garc SpA ha stipulato con Intesa Sanpaolo un accordo di polizza per la copertura di malattie gravi e di visite mediche preventive per tutti i dipendenti del gruppo.

0
1139
Claudio Saraceni, presidente di Garc SpA

La carpigiana Garc, protagonista in Emilia Romagna e in tutto il territorio italiano con i propri settori Costruzioni e Ambiente, si conferma un’impresa a cui stanno a cuore la salute e il benessere delle persone che ogni giorno lavorano all’interno dell’azienda. Per questo motivo Garc SpA ha stipulato con Intesa Sanpaolo un accordo di polizza per la copertura di malattie gravi e di visite mediche preventive per l’insorgere di patologie.

“La collaborazione tra Garc SpA e Intesa Sanpaolo – commenta  Claudio Saraceni, presidente di Garc SpA – permette di fornire un importante strumento per tutelare la salute dei nostri collaboratori che sono il vero valore aggiunto della nostra azienda”.

Garc SpA ha attivato questa polizza per mettere i circa 250 dipendenti dell’azienda nelle condizioni di avere un supporto economico importante qualora dovessero insorgere gravi patologie e per aiutare la famiglia nella gestione del disagio che una determinata fragilità può comportare. Inoltre, la polizza prevede che ogni dipendente possa effettuare una visita medica che consenta di prevenire l’insorgere di gravi patologie. Garc ed Intesa Sanpaolo, quindi, hanno ricercato il modo per garantire un mirato sostegno, avendo alla base i medesimi valori e lo stesso interesse sociale.

“La sostenibilità ambientale e sociale delle imprese ne accresce la competitività: non si tratta soltanto di importanti scelte etiche, ma anche con una forte dimensione economica. La collaborazione con una realtà eccellente come la Garc – sottolinea Cristina Balbo, direttrice regionale Emilia-Romagna e Marche di Intesa Sanpaolo – testimonia una volta di più il nostro impegno per una crescita ispirata a criteri di sensibilità sociale con la volontà, nello specifico, di supportare le aziende nella tutela del loro patrimonio più prezioso: le persone”.