“La scrittura mi libera, dandomi l’opportunità di esprimere tutta me stessa”

Sul web i suoi followers la conoscono tutti come Rebrauhl, ma la carpigiana 22enne Rebecca Magri è molto più di un profilo social. Le sue storie dall’on line si sono ora trasformate in una trilogia. Il primo volume, Oh, you’re such a nerd, sarà disponibile a partire dal 21 giugno sulle principali piattaforme on line, da Amazon a Feltrinelli, a Mondadori, in formato Kindle e cartaceo, e prenotabile in oltre 4mila librerie.

0
1527

Sul web i suoi followers la conoscono tutti come Rebrauhl, ma la carpigiana 22enne Rebecca Magri è molto più di un profilo social. Le sue storie, che hanno già conquistato on line migliaia di lettori, stanno per prendere nuova vita, tuffandosi sulla carta. “Il mio sogno più grande – racconta Rebecca – è quello di fare della scrittura la mia vita. Da anni scrivo, una passione che è nata de entro di me in punta di piedi. Non sapevo nemmeno di averla ma ho deciso di coltivarla e farla crescere. Poi un’amica mi ha spinta a lanciarmi e a trasformare le centinaia di post e capitoli scritti in un libro… all’inizio ero scettica poi mi sono buttata a capofitto in questa avventura: è soprattutto grazie a lei se Oh, you’re such a nerd è nato”. 

Oh, you’re such a nerd farà il suo debutto il 21 giugno e sarà disponibile sulle principali piattaforme on line, da Amazon a Feltrinelli, a Mondadori, in formato Kindle e cartaceo, e prenotabile in oltre 4mila librerie.

Il volume è il primo di una trilogia e racconta le avventure del sedicenne Jeon Junghoon che vive in un piccolo paese della Corea del Sud, e dei suoi migliori amici Min Yoogun e Jung Hyunseok. I due frequentano la stessa scuola e Junghoon vi si trasferisce in concomitanza dell’inizio di un nuovo anno scolastico. Ed è lì che il timido e impacciato protagonista conosce Kim Taewoong, la sua antitesi: il ricco, spavaldo e temuto bullo della scuola…

“L’Oriente è una delle mie passioni – spiega Rebecca – e il pop coreano è uno dei miei generi preferiti ecco perchè ho deciso di ambientare il libro proprio in Corea del Sud”. 

Scrivere per questa giovanissima autrice è un modo per “connettersi” e condividere con gli altri un’emozione. “Ho un sacco di idee in testa e a volte – sorride – mi domando da dove nasca tutta questa fantasia… Ho un pubblico che mi sostiene on line, persone che mi hanno scritto cose bellissime, che si sono sentite meno sole grazie alle mie storie. Sono loro che mi hanno spinta a fare il salto e a voler pubblicare. La connessione che ci unisce costituisce uno stimolo prezioso per me”.

La prima fan di Rebecca è sua madre, Sara Albertazzi:“senza la mia famiglia non potrei mai coltivare il mio sogno. E’ grazie al loro pieno appoggio che mi sto ritagliando uno spazio solo mio”.

“Io, Rebecca e Sara – aggiunge la scrittrice ed editor che sta affiancando l’autrice, Raffaella Iannaccone – siamo un trio affiatato. Ci scambiamo energia, entusiasmo e idee. Rebecca è un vulcano, ha una creatività fuori del comune ed è una giovane donna piena di talento”. 

Dopo l’uscita, il libro verrà presentato nella nostra città ma la prima tappa del book tour sarà quasi certamente a Milano, “la mia seconda casa. E’ lì che vorrei vivere – confida Rebecca Magri – perché io amo la dimensione della grande città. Ho bisogno di energia, di vita e di non dover aderire a schemi preconfezionati. Carpi mi sta un po’ stretta ma la scrittura mi libera, dandomi l’opportunità di esprimere tutta me stessa”.

Jessica Bianchi