La Medicina Interna del Ramazzini è Covid free

Venerdì scorso l’ultima paziente positiva al virus è stata trasferita in Medicina d’urgenza - che attualmente è l’unica area dedicata ai Covid positivi nell’ospedale carpigiano - e sabato il reparto è stato oggetto di sanificazione, per poi riaprire, ieri, con il ritorno alla vocazione originaria, ovvero i ricoveri internistici.

0
660

Il Reparto di Medicina Interna dell’Ospedale Ramazzini di Carpi, da 7 mesi area Covid, si svuota e riapre le porte ai pazienti negativi. 

Venerdì scorso l’ultima paziente positiva al virus è stata trasferita in Medicina d’urgenza – che attualmente è l’unica area dedicata ai Covid positivi nell’ospedale carpigiano – e sabato il reparto è stato oggetto di sanificazione, per poi riaprire, ieri, con il ritorno alla vocazione originaria, ovvero i ricoveri internistici. Tornano quindi a disposizione della Medicina Interna, diretta dalla dottoressa Adele Palomba, ulteriori 22 posti letto (aggiuntivi rispetto ai 16 presenti in Medicina 2) per l’assistenza a pazienti Covid negativi affetti da patologie internistiche.