Vivere la natura attraverso la magia della narrazione

Francesca Santandrea è l’ideatrice ed educatrice del Centro ludico ricreativo Fuori da noi: per il mese di luglio accompagnerà i bambini dai 3 ai 6 anni nell’esplorazione dell’ambiente attraverso letture e attività all’aria aperta.

0
914
Francesca Santandrea

Un tempo libero di crescita, esplorazione e socializzazione all’aria aperta, cucito su misura per i bambini dai 3 ai 6 anni da Francesca Santandrea, pedagogista laureata in Scienze dell’Educazione con un’esperienza ventennale come educatrice di scuole per l’infanzia. Questa è l’idea alla base del centro ludico-ricreativo per l’estate Fuori da noi creato nell’ambito del progetto più ampio La ValigiaNarrante, il contenitore narrativo e creativo nato nel 2019, con la collaborazione della dottoressa Delfina Scicchitano, psicologa e psicoterapeuta che ha iniziato a ospitarlo all’interno del proprio studio. “L’idea nasce dalla mia passione per i bei libri per l’infanzia. Professionalmente – racconta Francesca Santandrea – ho sempre cercato di far emergere dai libri degli stimoli con cui coinvolgere i bambini in esperienze creative di tipo esplorativo, espressivo-manipolativo ed emotivo”.

Quindi apre la valigia, tira fuori delle storie e… Quali esperienze vivono i bambini?

“Questo contenitore vuol essere un momento dedicato ai desideri e alle naturali inclinazioni dei bambini, per permettere loro di costruire qualcosa di vero e significativo. A partire da una lettura ad alta voce, i bambini avranno l’opportunità di costruire quello che in una prima fase avevano solo immaginato, attraverso materiale destrutturato, ovvero tutti quei materiali naturali o di riciclo che possono essere utilizzati in maniera libera e creativa, come foglie, fiori, sassi, pezzi di legno, tappi di sughero, ritagli di carta… I bambini sono continuamente piccoli costruttori di mondi e di nuovi significati. Reinventano, riorganizzano, immaginano e creano. Imparano guardando, annusando, facendo esperienza dei dettagli che li circondano per poter elevare i pensieri e le azioni. La natura è eccellenza delle storie narrate o create, poiché l’ambiente esterno si presta molto bene a essere osservato, toccato, destrutturato. Con il progetto Fuori da noi i bambini vengono accompagnati nel labirinto del mondo imparando a osservare anche i più piccoli dettagli, ad amare le sfumature di ogni elemento, per un ritorno alla terra emozionante e pieno di promesse”.

Cosa distingue la sua proposta ludico-ricreativa da quella degli altri centri estivi?

“Il centro Fuori da noi di La ValigiaNarrante, come da progetto presentato all’Unione Terre D’Argine, è un laboratorio ludico-ricreativo non paragonabile ai centri estivi. Gli incontri si svolgono a cadenza bisettimanale, solo alla mattina per una durata di circa 3 ore, coinvolgendo un gruppo di massimo 5 bambini, nel rispetto di tutte le normative di sicurezza anti-Covid. In questa strana estate La ValigiaNarrante vuole essere un’occasione per ampliare gli orizzonti dei bambini e aiutare le famiglie in un momento di difficoltà. La realizzazione di esperienze e attività all’aperto vogliono stimolare una vera e propria crescita, capace di motivare e arricchire l’individuo attraverso la socialità, la cooperazione e la condivisione, definendo sempre meglio il tema dell’outdoor-education. La ValigiaNarrante valorizza la relazione del viversi a contatto con la natura attraverso la magia della narrazione. Ad aiutarmi nella gestione del piccolo gruppo di bambini è Asia Franchetto, diplomata in Scienze Agrarie nonché maestra di ginnastica ritmica per bambine dai 4 ai 12 anni, e ormai prossima alla laurea in Scienze dell’Educazione. Il nostro augurio è che il centro Fuori da noi di La Valigia Narrante possa essere una valida alternativa per quei bimbi che non sono riusciti a fare altre scelte per l’estate, e per le loro famiglie che desiderano far vivere ai propri figli un tempo libero di qualità”. Per informazioni e iscrizioni: 333.3571132 – francesca.santandreaa@gmail.com

Chiara Sorrentino