48 pioppi cipressini verranno abbattuti sulla Tangenziale Bruno Losi e in via Cattani

Sono 48 e hanno i giorni contati. A partire dal 3 agosto, infatti, questi pioppi cipressini che oggi svettano sulla Tangenziale Bruno Losi e in via Cattani verranno abbattuti. Una sentenza che non conoscerà appello.

0
4271

Sono 48 e hanno i giorni contati. A partire dal 3 agosto, infatti, questi pioppi cipressini che oggi svettano sulla Tangenziale Bruno Losi e in via Cattani verranno abbattuti. Una sentenza che non conoscerà appello poiché, spiega l’assessore Marco Truzzi, “in gioco c’è l’incolumità della cittadinanza. Basta un colpo di vento e potrebbero schiantarsi al suolo, su strade densamente trafficate”.
A febbraio, durante le operazioni di potatura sono state ravvisate alcune “criticità” in 75 esemplari e, dopo la perizia eseguita da una ditta specializzata, 27 verranno risparmiati mentre per gli altri la prognosi è infausta dal momento che sono state “rilevate delle gravi carenze strutturali. Siamo consci che il panorama cambierà totalmente ma è necessario procedere con urgenza onde evitare tragedie annunciate”. Gli alberi, sparsi a macchia di leopardo sui due assi viari (14 in Cattani e 34 in Losi), verranno sostituiti quest’autunno. Coi soliti arbusti? “Apriremo il dialogo con la Consulta Ambiente, decideremo insieme cosa piantumare”, assicura l’assessore. Da febbraio a oggi quei pioppi hanno resistito a venti e temporali, spiace dunque rilevare, per l’ennesima volta, che interventi tanto significativi e onerosi (il totale di spesa compresivo di potatura, perizia e abbattimento è di 150mila euro) avvengano quasi sempre in estate quando i cittadini sono in altre faccende affaccendati. “Spero che questo sia l’intervento più radicale di tutto il mandato”, ha concluso Truzzi. Il nostro auspicio è di tutt’altro segno, ovvero che questa Giunta si impegni fino in fondo nel rendere la città sempre più verde. Non importa se un albero pericoloso viene abbattuto, ciò che conta è che al suo posto trovino nuovamente dimora alberi ad alto fusto. Pianticelle giovani certo, che il tempo accrescerà ma, cara Amministrazione, non lesinare, scegli alberi già cresciutelli. Costano un po’ di più certo ma almeno a godere della loro ombra non saranno solo i nostri pronipoti…
Jessica Bianchi