Il futuro della musica dal vivo in Italia alla luce del Covid-19

La pandemia da Covid-19 ha messo in ginocchio molti settori della nostra economia e tra questi quello legato allo spettacolo e alla musica dal vivo. Di questo si discuterà mercoledì 15 luglio, alle 21.30, nel Cortile d'Onore di Palazzo Pio insieme a musicisti e autorità.

0
511
Cisco

La pandemia da Covid-19 ha messo in ginocchio molti settori della nostra economia e tra questi quello legato allo spettacolo e alla musica dal vivo. Sono quasi 400mila gli addetti del settore che per molti mesi non hanno potuto lavorare e le prospettive non sono tra le più rosee. Cosa fare per rilanciare gli eventi? Che tipo di aiuto deve fornire il Governo centrale e quello locale, dalla Regione ai Comuni? Come riempire cinema, teatri e ritornare ad ascoltare in sicurezza la musica dal vivo? Mercoledì 15 luglio, alle 21.30, nella cornice del Cortile d’Onore di Palazzo Pio nell’ambito della rassegna Ne Vale la Pena, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, il sindaco di Carpi Alberto Bellelli, Beppe Carletti de I Nomadi, il cantante e show man Paolo Belli e il cantautore Cisco, discuteranno de Il futuro della musica dal vivo in Italia alla luce del Covid-19. Conduce la serata il giornalista Pierluigi Senatore.

PROSSIMI APPUNTAMENTI CON NE VALE LA PENA

22 luglio, ore 21.30 – Vito Mancuso (Chiostro di San Rocco)

5 agosto, ore 21.30 – Dario Hubner il bomber di provincia (Chiostro di San Rocco)

Tutti gli incontri presso il Cortile d’Onore di Palazzo Pio e il Chiostro di San Rocco sono a ingresso libero, previa prenotazione, con inizio alle 21.30. L’ingresso sarà contingentato è quindi necessario presentarsi all’orario indicato nella mail di conferma, dotato di mascherina. In caso di pioggia l’evento si terrà presso il Teatro Comunale di Carpi. Le prenotazione su:  https://www.comune.carpi.mo.it/prenotalacarpiestate/

La rassegna Ne Vale la Pena è promossa dal Comune di Carpi, in collaborazione con Bper Forum Eventi, Radio Bruno e Libreria Mondadori Carpi.