Rocambolika mette tutto a Soqquadro

Sabato 22 febbraio, alle 21, all’Auditorium San Rocco, va in scena lo stravagante spettacolo Cabaret Soqquadro.

0
171

A Rocambolika. Miraggi, magie e altre diavolerie, la rassegna d’intrattenimento ideata dalla Fondazione CR Carpi per offrire alle famiglie momenti di svago insolito e intelligente, si gioca con l’ironia e il surreale.

Sabato 22 febbraio, alle 21, all’Auditorium San Rocco, va in scena lo stravagante spettacolo Cabaret Soqquadro.

Diciassette eccentrici personaggi e la loro ordinaria follia prendono vita attraverso sketch comici che mescolano teatro visuale e di figura, clownerie e canto lirico, in un carosello dal raffinato gusto surreale, grazie all’abilità del trio Le2eunquarto, compagnia voluta dal famoso trasformista Arturo Brachetti per il suo Gran Varietà a Le Musichall di Torino, del quale è direttore artistico.

Capaci di creare uno stile versatile e molto personale, in cui comicità e uso originale

di pupazzi in scena diventano una lente d’ingrandimento della fragilità e della follia umana, le performers Martina Soragna, Silvia Laniado e Teresa Bruno danno vita a un susseguirsi scoppiettante di soggetti più unici che rari, tra cui le due burattinaie più odiose del mondo, una cantante lirica che starnutisce in do diesis, un cane che parla e un gatto che vola… per insegnarci a credere che in fondo tutto può accadere e che nulla dev’essere escluso. Tra realtà e finzione, l’assurdo si palesa per rivelare che in fondo non è poi così distante da ognuno di noi e per travolgere il pubblico di bizzarra comicità. Adatto a un pubblico di tutte le età, lo spettacolo è gratuito e offerto dalla Fondazione CR Carpi. La prenotazione è obbligatoria sul sito www.fondazionecrcarpi.it