Prima i selfie sui binari, poi i sassi sulle rotaie: denunciati tre minorenni

I tre, definiti dal comandante della Compagnia dei Carabinieri di Carpi, capitano Alessandro Iacovelli, “annoiati, certamente fagocitati da una pericolosa brama di protagonismo social, interpreti di azioni tanto incomprensibili quanto scellerate”, dovranno ora rispondere, davanti al Tribunale per i Minorenni di Bologna, di attentato alla sicurezza dei trasporti e di lancio pericoloso di cose.

0
1972
Un frame del video registrato dai ragazzini che gira sulle piattaforme di messaggistica

Hanno scavalcato la recinzione e iniziato a farsi selfie e video in mezzo alle rotaie, nel tratto ferroviario all’altezza del sottopassaggio di via Lama di Quartirolo a Carpi. Erano le 17,30 dello scorso venerdì quando tre giovanissimi carpigiani, sfidando il pericolo, sono rotolati sul terrapieno che costeggia le rotaie e, tra risate e sfottò, hanno messo in scena il mesto spettacolo. Mentre il treno si profilava all’orizzonte, uno di loro, incoraggiato dagli altri, ha posizionato un sasso su un binario mentre i due amici riprendevano tutto col telefonico. Un automobilista li vede e chiama il 112 e così i Carabinieri riescono ad avvisare le Ferrovie dello Stato, al fine di avvertire il macchinista per fargli diminuire la velocità. Nel frattempo il convoglio arriva, il macchinista suona, loro ridono e postano tutto sullo stato di Whatsapp. Intanto i militari si precipitano sul posto e nonostante i ragazzini siano nel frattempo fuggiti, le indagini ne consentono una immediata identificazione.
I tre, definiti dal comandante della Compagnia dei Carabinieri di Carpi, capitano Alessandro Iacovelli, “forse annoiati, certamente fagocitati da una pericolosa brama di protagonismo social, interpreti di azioni tanto incomprensibili quanto scellerate”, dovranno ora rispondere, davanti al Tribunale per i Minorenni di Bologna, di attentato alla sicurezza dei trasporti e di lancio pericoloso di cose.