I nostri primi quarant’anni!

0
111

Tutto è cominciato in un garage. 40 anni fa. E’ una storia bella quella di Stireria Cristina: un pezzo prezioso della filiera del tessile della nostra città. “Il 20 marzo 1978, mia madre Rosina – spiega il titolare Carlo Zampollo – prese in società Donatella Lusuardi, mia moglie da 42 anni, e la nostra avventura ebbe inizio”.  Un’impresa al femminile come tante nella Carpi degli Anni Settanta. Poi, nel corso del tempo, l’azienda è diventata il gioiello di famiglia, con l’ingresso di Carlo, al timone insieme alla moglie, e alle figlie Cristina e Paola, responsabili rispettivamente di produzione e amministrazione. “Siamo fortunati e orgogliosi di essere alla terza generazione, purtroppo non tutti gli imprenditori hanno figli interessati a raccogliere le redini delle aziende di famiglia”. Un patrimonio di sapere e di conoscenza, quello maturato in quarant’anni di duro lavoro, che non andrà disperso: “per andare avanti occorrono spirito di sacrificio, pazienza e tanta costanza”, spiega Donatella ma, il vero segreto, le fa eco il marito, “è non accontentarsi mai del sentiero già battuto. E’ fondamentale percorrere strade nuove. Alternative. Per fronteggiare le varie contrazioni che hanno coinvolto nel corso del tempo il settore del tessile – abbigliamento, “abbiamo sempre cercato di innovarci. Di investire su macchinari di ultima generazione. Tanti salti nel buio che, alla fine, ci hanno ripagati. Inoltre, quando ci siamo resi conto che la delocalizzazione era una strada sostanzialmente senza ritorno, abbiamo puntato su qualità e servizi”. Una scelta rivelatasi vincente per resistere in un mercato sempre più globale e competitivo: “oggi nessuno fa più grandi numeri. La filiera produttiva a Carpi continua a perdere pezzi, solo le grandi griffe nazionali e internazionali che ancora credono nel made in Italy scelgono maestranze del territorio. Fino a quando ci saranno loro, noi resisteremo”, aggiungono Donatella e Carlo.  La Stireria Cristina, con i suoi sette dipendenti, è una realtà tanto piccola quanto virtuosa: “i più grandi marchi sono passati tra le nostre mani e, quando lavori per loro, tutto dev’essere perfetto. Nulla è lasciato al caso poiché siamo sottoposti a costanti – e improvvisi – controlli e ogni cosa dev’essere in regola”. Il 20 marzo 2018, in un clima disteso ed entusiasta, lo staff della Stireria ha festeggiato i suoi primi quarant’anni insieme ad amici, clienti e colleghi: un momento di grande emozione a cui tanti hanno voluto partecipare per testimoniare la propria stima e vicinanza alla famiglia Zampollo. “Il mio primo ringraziamento – ha ribadito Carlo Zampollo – va al personale perché è anche grazie a loro che la nostra storia prosegue giorno dopo giorno”. Un traguardo importante, quello raggiunto da questo pezzo di economia carpigiano, che, come ha sottolineato il sindaco Alberto Bellelli, invitato per un brindisi, “rappresenta un grande segno di speranza. Il vostro coraggio e la vostra cultura di impresa vi hanno permesso di crescere, continuando a investire, nonostante le difficoltà attraversate dal settore. L’Amministrazione crede nel tessile, un comparto che ci caratterizza, che racconta chi siamo, e sta investendo; basti pensare a Moda Makers o al nascente Polo della Creatività. Giocando di squadra – ha concluso il primo cittadino – anche le sfide più difficili fanno meno paura”.

Jessica Bianchi 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here