La Croce Blu spegne 15 candeline

0
219

Nel salone della parrocchia di Quartirolo si è svolto l’annuale meeting di fine anno della Croce Blu di Carpi, aderente all’Anpas, che quest’anno festeggia i 15 anni di vita e di attività a favore dei malati e di quanti hanno necessità di essere accompagnati in ambulanza dall’ospedale a casa o verso centri di cura e ambulatori medici. E’ stata la presidente Giannina Panini, calorosamente festeggiata, a ricordare l’attività svolta e i compiti dell’associazione basata esclusivamente sul volontariato di una novantina di giovani e non solo che lodevolmente devolvono le ore libere della propria giornata alla Croce Blu del piazzale dell’Autostazione, svolgendo le mansioni di autista delle ambulanze, di servizio infermieristico, di accompagnamento degli anziani e dei malati, di lavoro di segreteria.  L’associazione, che dispone già di un’ambulanza attrezzata, ne attende una seconda a giorni, la quale si andrà ad aggiungere a un ricco parco mezzi: due pullmini, un Doblò Fiat e una Fiat 500 lunga, tutte vetture donate da privati e da enti pubblici che, nel corso del 2015, hanno percorso oltre  90mila chilometri.
Nel corso della serata, durante la quale è stata servita una cena offerta generosamente da Clara Sferza Fangareschi presente all’evento, sono stati premiati sei volontari che nel 2000 sono stati i fondatori della Croce Blu e che continuano a prestare la loro generosa opera  di volontariato al servizio del prossimo: la presidente Gianna Panini, Ivano Bellesia, Dino Pegoraro, Velia Roma, Luciana Tassi e Silvano Vaccari.
Festeggiata anche la donatrice di organi Maura Malavasi che, tramite il supporto della Croce Blu,  ha donato un  rene alla sorella.
Cesare Pradella

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here