Anime soul in Vaticano

0
227

Grande emozione per il Coro Gospel Soul di Carpi, chiamato a cantare nel weekend del 14-15 novembre nella Basilica per eccellenza: San Pietro in Vaticano. La Corale ha accompagnato la Santa Messa delle 17, dopo essere stata invitata da un’agenzia di organizzazione eventi di Roma, conosciuta lo scorso maggio, in occasione del concerto-incontro col coro australiano Bel a Cappella avvenuto nella Chiesa di S. Croce. Ad Alessandra Guerrini, presidente del Coro Gospel Soul chiediamo: come vi siete preparati per l’evento?
“Il responsabile della Cappella Musicale del Vicariato Vaticano ci ha mandato una lista di canti approvati. Il nostro coro ha scelto tra questi dei brani polifonici di antichi spirituals, come ad esempio Hear my prayer di Moses Hogan. E’ stata una bella occasione di approfondimento musicale, e da ottobre ci siamo dedicati con entusiasmo allo studio di questi brani a quattro voci”.
Che effetto vi ha fatto partecipare a questa messa a distanza di poche ore dai tragici attentati di Parigi?
“Siamo partiti per Roma la mattina del 14 novembre. Durante il viaggio in pullman abbiamo vissuto emozioni contrastanti: da un lato la gioia per quello che avremmo fatto, e dall’altro la tristezza nel continuare a leggere le notizie che arrivavano da Parigi. Nell’omelia è stato fatto chiaro riferimento a quello che era successo. Di fronte a fatti così gravi, che non si comprendono con la ragione, il ritrovarsi insieme in un momento spirituale e di condivisione ci ha dato conforto. Spesso la musica sa essere fonte di aiuto e consolazione. Alcuni di noi hanno espresso il desiderio di dedicare i nostri canti alle persone che erano morte la sera precedente, e tutto il coro si è associato a questo intento”.
Che aria si respirava in Vaticano, e in generale a Roma, il giorno dopo la strage in Francia?
“C’era un po’ di tensione e maggiore attenzione nei controlli, soprattutto per entrare in Basilica e nei punti più frequentati della città, ma non abbiamo rilevato timori particolari nei turisti”.
Avete tenuto un concerto anche nella chiesa anglicana di S. Paolo. Come  è andata?
“Domenica 15 alle 18:30 abbiamo tenuto un concerto gospel in questa chiesa straordinaria per l’acustica e i mosaici di cui è quasi interamente ricoperta. La chiesa era gremita di persone di tutte le nazionalità-, è stata una serata indimenticabile. Ci ha accompagnato al pianoforte il Maestro Paolo Andreoli, e ci ha diretto come sempre la nostra direttrice Grazia Gamberini. Il suono all’interno di questa cornice magica ha fatto sì che tutto sembrasse facile e naturale. Credo sia stato uno dei più bei concerti della storia del Gospel Soul”.
Quali altri eventi avete in programma?
“Il mese di dicembre è per noi il periodo più intenso dell’anno. Per chi volesse seguirci gli appuntamenti sono tutti sul nostro sito www.gospelsoul.net. Oltre ai concerti fuori città, saremo a Carpi in due giornate: sabato 19 dicembre, alle 16, di fronte al Municipio insieme ad altre corali carpigiane e martedì 22 dicembre dalle 21 per il nostro tradizionale Concerto di Natale presso la chiesa di San Bernardino Realino. In questa occasione canteremo insieme al Gospel Soul Junior, per un totale di più di 60 coristi. Sarà una serata di beneficenza a favore della scuola materna Le Chiocciole di Carpi”.
Chiara Sorrentino

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here