“Non siamo dei tagliatori di piante, anzi…”

0
102

I pioppi cipressini capitozzati e abbattuti in via Cavalcavia di Budrione, all’altezza della Polisportiva, verranno presto rimpiazzati. A dircelo sono i soci e i dirigenti della Rinascita. “Noi non siamo dei tagliatori di piante, al contrario. All’inizio degli Anni Settanta, per la precisione nel febbraio del ’72, fummo noi soci a piantare quegli alberi e, da allora, ci siamo presi cura del verde cercando di ampliare costantemente il nostro bel parco. In 45 anni di storia, la Rinascita si è sempre distinta per la piantumazione di nuovi alberi e la loro manutenzione: tutte spese sostenute tramite autofinanziamento, grazie alla generosità dei soci”. Due i motivi che hanno portato all’abbattimento dei sette alberi: “il taglio è stato dettato dalla volontà di realizzare un nuovo campo da tennis da mettere a disposizione di tutti, giovani e meno giovani, avvicinandoli così allo sport e a stili di vita sani. L’abbattimento era inevitabile: non potevamo infatti correre il rischio che le foglie, cadendo sul terreno di gioco, potessero far scivolare i tennisti e mettere in pericolo la loro salute”. I soci però promettono di ripiantare al più presto “almeno una ventina di piante. Noi siamo per la salvaguardia del verde non  per il suo impoverimento… ecco perché tutti i soci hanno messo mano al portafoglio e hanno provveduto al rifacimento del tetto in eternit del bocciodromo. Ora, al posto di 1.430 metri di amianto, sulla copertura, svetta un bell’impianto fotovoltaico”.
Jessica Bianchi
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here