Stadio Braglia: procedure in corso per il nuovo terreno

0
172

Interesserà un’area complessiva di oltre 10 mila metri quadrati l’intervento di realizzazione del nuovo terreno di gioco dello stadio Braglia di Modena, con un manto erboso misto (erba naturale rafforzata con sintetico), che prevede il rifacimento del sottofondo, del sistema di drenaggio, raccolta e smaltimento delle acque, dell’impianto di irrigazione e quello di riscaldamento anti ghiaccio con serpentine. Il progetto, approvato dalla giunta nelle scorse settimane, ha un costo di 760 mila euro (iva compresa) e “consente di realizzare una struttura sportiva che rispetta non solo gli standard obbligatori di serie A e B, ma anche per Uefa e Nazionale” precisa l’assessore allo Sport di Modena Giulio Guerzoni che sottolinea come siano già partite le procedure di gara per realizzare l’intervento nel corso dell’estate.
Il progetto complessivo prevede, in un secondo stralcio ipotizzato per il momento tra il 2016 e il 2017, anche la costruzione di una sottostazione termica di rilancio per garantire la piena funzionalità dell’impianto di riscaldamento del terreno di gioco, per un costo di circa 400 mila euro.
“Il progetto che abbiamo approvato – spiega Guerzoni – consente di sfruttare a pieno la centrale termica esistente, ma ovviamente se ce ne sarà bisogno valuteremo anche l’ulteriore investimento sulla base delle esigenze effettive e degli approfondimenti tecnici. Come è noto e come è stato richiesto dallo stesso Consiglio comunale all’unanimità, abbiamo dato la disponibilità a ospitare il Carpi, qualora la squadra non possa disputare la serie A al Cabassi, e con la società calcistica abbiamo affrontato anche la questione relativa alle esigenze infrastrutturali per le quali, è evidente, verrebbe previsto un contributo specifico. Ci tengo a ribadire – aggiunge Guerzoni – che qualunque decisione sull’utilizzo del Braglia verrò presa insieme e di concerto con il Modena Fc che non è solo il gestore dello stadio comunale, ma anche il primo riferimento calcistico per l’amministrazione e la città. Si tratta di una situazione diversa rispetto a quando Modena e Sassuolo giocarono nello stesso impianto poiché oggi c’è in ballo un importante investimento sullo stadio da parte del Comune”.
L’area del terreno di gioco interessata dai lavori è di 7.140 metri quadri (il campo è 68 per 105 metri) a cui si aggiungono altri 1.283 metri di erba a bordo campo e una superficie a contorno di altri 2514 metri. Lo scavo di sbancamento sarà di oltre 35 centimetri e al di sotto delle zolle erbose sarà collocato un substrato di sabbia silicea certificata Usga (è la certificazione americana per la sabbia destinata ai campi da golf) particolarmente drenante e idonea a evitare i ristagni. Nella parte inferiore della sabbia sarà collocato l’impianto di riscaldamento e, scendendo ancora in profondità, il piatto drenante, composto da materiale inerte che convoglia ai tubi di drenaggio l’acqua meteorica e di irrigazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here