Il Mago di Oz secondo Paulina e i “suoi” attori

0
46

Due anni fa la giovane Paulina Motloch, laureanda  al Dams di Bologna, decide di sperimentare le teorie e le tecniche apprese all’università e durante la sua infanzia trascorsa nei teatri polacchi grazie ai genitori, ballerini classici. L’avventura di Paulina inizia in punta di piedi, dapprima limitandosi a coinvolgere il figlio, alcuni suoi amici e qualche bimbo vicino di casa per una recita teatrale. Occorreva trovare un posto dove insegnare e provare ma Paulina abita al Cantone di Gargallo e lì uno spazio pubblico non c’è.  Per nulla scoraggiata, decide di spostare il divano del salotto, smontare un tavolo da pranzo e il soggiorno diventa uno spazio scenico. Aderiscono all’iniziativa sei bambini i quali presentano come saggio finale la fiaba di Peter Pan al parco pubblico di Cantone. I piccoli lavorano con passione, interesse e costanza grazie alle tecniche coinvolgenti impiegate da Paulina, tese anche a consolidare il gruppo. Lo spettacolo finale è un successone. Quest’anno sono stati gli stessi “attori” a chiedere una nuova edizione del corso Ludendo Docet 2. A ospitare il gruppo è la Parrocchia di Santa Croce che, con grande generosità ha messo una sala a disposizione di Paulina. Ora la compagnia è pronta a calcare la scena per lo spettacolo finale: il 10 maggio, alle 16,30, presso la Parrocchia Di Santa Croce appuntamento col Mago di Oz. Non mancate! Per info potete consultare la pagina Facebook Ludendo Docet.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here