Festa del Racconto: sabato 4 ottobre 15 incontri

0
15

Saranno Paolo Rumiz e Fulvio Ervas, in un atteso incontro con gli studenti delle scuole medie e superiori della provincia di Modena, a dare il via al sabato carpigiano della Festa del Racconto. Giornata, quella di domani, che si presenta riccha di appuntamenti tra incontri, performance, letture, concerti e spettacoli, tutti a partecipazione gratuita e con la partecipazione di illustri ospiti.
Il reporter Paolo Rumiz e lo scrittore Fulvio Ervas, alle  10 nel teatro tenda di Piazzale Re Astolfo racconteranno ai ragazzi paesaggi, incontri e modalità dei loro viaggi, compiuti per conoscere se stessi e il mondo, durante l’incontro dal titolo Il viaggio come esperienza di vita. Alle  10.30 piazza Martiri sarà invece la cornice di Libri in piazza: Canzoni e storie on the road, per un evento che abbinerà il concerto in pieno stile folksinger di Angus Mc Og alle letture tratte dai racconti di Flannery O’Connor a cura dei Lettori volontari di Donare voci, diretti da Squilibri. Alle  11.30, nei Giardini della Pretura (e in caso di pioggia in Auditorium Loria) il filosofo Duccio Demetrio parlerà assieme ad Antonio Prete dell’importanza simbolica e pratica del ritorno alla terra per un’esistenza alla continua ricerca di senso, durante l’incontro intitolato La religiosità della terra. Alle  12, in piazza Martiri, lo scrittore Cristiano Cavina dialogherà poi di romanzi e autori da scoprire o riscoprire con la giornalista Elena Guidetti, durante uno degli eventi di Libri in piazza con gli scrittori.
Nel pomeriggio, alle 15, l’appuntamento è con il  sociologo Francesco Alberoni che, intervistato dal giornalista Pierluigi Senatore tratterà de L’arte di amare: l’accento sarà sull’amore, i piaceri, i tormenti e le dinamiche di questo universale sentimento. Gli appassionati di poesia potranno poi recarsi, alle  16, ai Giardini della Pretura (o, in caso di pioggia, in Sala  Mori) per essere accompagnati da Mariangela Gualtieri, una delle principali interpreti contemporanee del teatro di poesia italiano, nel reading dal titolo L’amore in versi. Alle  16.30 in piazza Martiri l’appuntamento sarà invece con i Lettori volontari “Donare voci”, che affiancheranno brani tratti da Un anno terribile di John Fante al concerto di Caso, uno degli outsider del cantautorato italiano. Alle  17, nel Cortile della Biblioteca Loria (in caso di pioggia nella Tenda di Piazzale Re Astolfo) il pubblico potrà incontrare la scrittrice Antonella Cilento, finalista al Premio Strega 2014 con il suo Lisandro o il piacere infinito delle donne; l’evento, intitolato L’avventura della passione, sarà condotto da Alessandra Burzacchini. E un’altra finalista al Premio Strega 2014, Elisa Ruotolo, sarà in Piazza Martiri alle  18.00 per un incontro con Simonetta Bitasi. Alle  18.30 ai Giardini della Pretura (in caso di pioggia in Sala  Mori) lo scrittore e documentarista Gianni Celati e il narratore Ermanno Cavazzoni saranno i protagonisti di Raccontare le pianure, condotto da Antonio Prete. Alle ore 19.00, nell’ambito di Libri in piazza e canzoni on the road, Bob Corn salirà sul palco di piazza Martiri, per un concerto accompagnato dalle letture tratte da Questa terra è la mia terra di Woody Guthrie, a cura dei Lettori volontari “Donare voci”. Alle  19.30, nella Tenda di piazzale Re Astolfo, si terrà l’attesissimo incontro con Paolo Rumiz, condotto da Michele Bonicelli, intitolato Storie e ricordi di un viaggiatore d’eccezione. I partecipanti potranno così avere l’occasione di ascoltare lo straordinario racconto di un grande viaggiatore, che ha percorso migliaia di chilometri seguendo itinerari inusuali. La serata di questo sabato all’insegna della narrazione vedrà in scena, alle  21 in Teatro Comunale lo spettacolo Il difficile mestiere di vedova, tratto dal romanzo 7 uomini 7 di Silvana Grasso, con Licia Maglietta e la musica dal vivo di Tiziano Palladino. Infine, alle  22.30, nel Cortile della Biblioteca Loria (in caso di pioggia Tenda Piazzale Re Astolfo), Omar Pedrini, un rocker curioso che si nutre di passioni artistiche e letterarie, parlerà dei poeti e degli scrittori che gli hanno cambiato la prospettiva sul mondo durante l’incontro, condotto da Davide Bregola, I libri che mi hanno cambiato la vita, le canzoni che mi hanno salvato. Carpi non sarà però l’unico teatro d’azione della Festa del Racconto: si riderà infatti, e molto, in piazza Castello a Campogalliano (in caso di pioggia in Palestra Comunale Polivalente) alle  21.30, con Guardo gli asini che volano, spettacolo comico di Dante Cigarini, ventriloquo e scoppiettante cantastorie.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here