Imprevedibile bellezza

0
180

Dal 2 al 15 maggio le città di Carpi, Correggio, Modena e Bologna ospiteranno la 14a edizione del Festival Internazionale delle Abilità Differenti, organizzato, dal 1999, dalla Cooperativa Sociale Nazareno di Carpi. Il titolo di quest’anno è Imprevedibile bellezza. Una bellezza non convenzionale né prevedibile, bensì sorprendente perché è proprio nell’imprevisto, in ciò che non ci aspettiamo, che troviamo quella luce e quel talento in grado di stupire e di parlare al nostro cuore. Al di là degli stereotipi di perfezione e avvenenza è infatti possibile scoprire una bellezza profonda, viva, che si manifesta in ciascuno di noi in infiniti modi. Il criterio che ha accompagnato la selezione degli artisti è stato quello di individuare le performance artistiche in grado di mostrare la grandiosità di una bellezza che può imprevedibilmente scaturire da ciascuno. Quell’elemento ineffabile che tutti siamo in grado di riconoscere quando lo incontriamo. Gli artisti che sono stati invitati al Festival Internazionale delle Abilità Differenti porteranno la loro testimonianza di quel desiderio di bellezza che, da sempre, spinge l’uomo a varcare i confini, ad andare oltre i limiti, siano questi linguistici, culturali, fisici o psichici, tendendo a qualcosa di grande. Queste persone ci mostreranno come hanno trovato, attraverso l’arte, il modo per esprimere con coinvolgente immediatezza la loro imprevedibile bellezza.

*b*Ouverture Musicale+b+
La serata di Ouverture del Festival, avrà luogo nella suggestiva cornice del Teatro Comunale di Modena. L’evento, organizzato in collaborazione con la Fondazione Luciano Pavarotti, si propone di rendere omaggio in maniera ‘differente’ alla grande tradizione lirica della città di Modena. La serata si concentrerà sulla tradizione della lirica italiana introducendo nel contempo degli elementi di eccellenza nella differenza, all’insegna della ‘contaminazione dei generi’. Il progetto prevede che accanto agli allievi della Fondazione Pavarotti si esibiscano artisti con abilità differenti provenienti da tutto il mondo che portino, ciascuno a partire dalla propria sensibilità, un grande valore aggiunto allo spettacolo. Tra i protagonisti il pianista e tenore statunitense Carlos Ibay, il cantante olandese Bob Bullee, il pianista olandese Christian Sanders, lo slovacco Maros Bango, il soprano turco Pervin Chakar, il soprano Francesca Cappelletti, il tenore Alessandro Scotto di Luzio, il pianista carpigiano Paolo Andreoli e il tenore argentino Pablo Karaman.

*b*Spettacoli teatrali e musicali+b+
Il 3 maggio andrà in scena al Teatro Comunale di Carpi lo spettacolo teatrale L’isola di Prospero, tratto da La Tempesta di William Shakespeare, realizzato dalla Compagnia Teatrale Manolibera all’interno del Progetto Anci – Giovani Creativi. La compagnia carpigiana Manolibera, composta da attori diversamente abili, si cimenterà in una sfida particolarmente interessante, vista la scelta del testo shakespeariano. Da non perdere.
Il 9 maggio, le compagnie teatrale Gli Opliti, del Liceo Rinaldo Corso di Correggio e la Compagnia Manolibera, della Cooperativa Sociale Nazareno, metteranno in scena Sogni, amori, incanti, tratto dall’opera shakespeariana Sogno di una notte di mezza estate, sul palco del Teatro Asioli di Correggio. Le due compagnie rinnovano così una collaborazione che, anno dopo anno, continua a dare frutti sia a livello artistico che umano a tutti i suoi protagonisti, abili e disabili. Il Festival 2012 si concluderà con lo spettacolo musicale realizzato dalla Scuola Media Alberto Pio di Carpi in collaborazione con la Band Scià Scià della Cooperativa Sociale Nazareno e alcuni musicisti dell’Orchestra internazionale Spira mirabilis. L’appuntamento è per il 15 maggio, presso il Teatro Comunale di Carpi.

*b*Open Festival e Notturno di Primavera+b+
Sul palcoscenico dell’Asioli di Correggio, il 9 maggio, all’interno del concorso-rassegna Open Festival, realizzato in collaborazione con il Liceo San Tomaso, si confronteranno compagnie emergenti di artisti diversamente abili. Una giuria decreterà le migliori performance e assegnerà un premio alle vincitrici. La residenza bolognese di Maria Domenica Mantovani ospiterà Serata musicale, uno spettacolo proposto da Psicantria, due cantautori (uno psichiatra e uno psicoterapeuta) che fanno conoscere lo ‘psicomondo’ attraverso la canzone. Lo spettacolo, previsto per domenica 13 maggio, sarà preceduto dall’inaugurazione dei nuovi locali.

*b*I laboratori +b+
L’offerta dei laboratori aperti gratuitamente alle scuole e ai centri socio-riabilitativi spazia dai tradizionali e attesi laboratori di danza, teatro e arti marziali (karate e judo) fino agli innovativi laboratori di ceramica, in collaborazione con la Fondazione Thun.

*b*Convegni+b+
Durante il convegno Imprevedibili Risorse: il lavoro è sempre Bene Comune, esperti del settore ed esponenti della cooperazione sociale italiana si confronteranno sul concetto di lavoro come bene comune e sulla concreta fattibilità d’impiegare con successo le persone con svantaggio a diversi livelli: riabilitativo, occupazionale, artigianale e artistico. Interverranno: Francesca Giosuè di Opimm Bologna, Alessandro Alberani di Cisl Bologna, Pietro Barbieri, presidente Fish, Maria Cecilia Guerra, sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Porteranno la loro testimonianza Massimo Komatz della Cooperativa Sociale Samuele di Trento, Elena Littamé di Yges Impresa di Transizione, la spagnola Elisabeth Diaz della Fondazione Trinijove, Max Techer e Filippo Ferrari della francese Ile de la Réunion.
Al convegno di psichiatria L’imprevedibile positività del limite umano i relatori interverranno in merito al tema della relazione con il disagio vissuta restando aperti ad accogliere l’imprevisto inteso come possibilità e bellezza.
A tema vi sarà la ricerca della bellezza, laddove nessuno la sospetta ma che si rende presente talvolta improvvisamente o, altre volte, in maniera discreta e impalpabile. Si tratta di quel tipo di bellezza che gli educatori incontrano nella quotidianità e che, spesso, viene identificata come la ragione per cui il lavoro quotidiano di assistenza e riabilitazione per le persone con disabilità e con disturbo mentale possa avere un significato. Una bellezza non programmata o costruita ma desiderata e scoperta. Una bellezza imprevista insomma che rappresenta, per dirla con le parole di Eugenio Montale, la sola speranza. I relatori saranno il dottor Fabrizio Starace, direttore del D.S.M. e dipendenze patologiche dell’Ausl di Modena, il dottor Cesare Maria Cornaggia, direttore U.O. Cure Territoriali Monza, D.S.M. A.O. S. Gerardo di Monza. Il convegno è in programma sabato 12 maggio.

*b*Libri e Rassegne cinematografiche +b+
Presentazione e dibattito con gli autori dei libri Il mio principe di Gina Codovilli, madre dell’autistico Andrea, e Zigulì di Massimiliano Verga,
padre di Jacopo, Cosimo e Moreno, un bellissimo bambino di otto anni, nato sano e diventato gravemente disabile in pochi giorni. Il Circo della Farfalla è invece un corto realizzato in California dai coniugi Joshua e Rebeckah Weigel, entrambi presenti al dibattito post proiezione. Il film parla di un giovane posto di fronte al bivio del lasciarsi vivere in una condizione di limite percepita come una disgrazia oppure di vivere alla ricerca della propria soddisfazione.
Quasi amici il film più visto di sempre in Francia, ispirato a una storia vera, racconta l’incontro tra due mondi apparentemente lontani. Dopo un incidente di parapendio che lo ha reso paraplegico, il ricco aristocratico Philippe assume Driss, ragazzo di periferia appena uscito dalla prigione, come badante personale. Due universi opposti entrano in rotta di collisione ma per quanto strano possa sembrare prima dello scontro finale troveranno un punto d’incontro che sfocerà in un’amicizia tanto profonda quanto inaspettata.

*b*Sidecar Tour +b+
Il pomeriggio di sabato 12 maggio e la mattina di domenica 13 maggio sono dedicati alla sfilata dei Sidecar. I sidecaristi del Moto Club San Martino di San Martino in Rio insieme allo Sport Motoclub Uisp di Carpi daranno vita a un workshop ‘mobile’ all’interno del quale i ragazzi disabili sperimenteranno l’ebbrezza delle ‘frecce a tre ruote’ lungo gli itinerari enogastronomici collaudati negli anni dal gruppo di sidecaristi, amanti non solo dei motori ma anche della buona tavola. Il tour farà tappa in Piazza Martiri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here