2.500 chilometri con un litro

0
101

Sorride all’Itis Leonardo da Vinci di Carpi la Shell-Eco Marathon, sfida per prototipi ecologici sul circuito Eurospeedway di Lausitz, nel land tedesco della Bassa Sassonia. Il veicolo a idrogeno della scuola emiliana, ribattezzato Escorpio, ha registrato una resa di oltre 2.500 chilometri con l’equivalente di un litro di benzina. La gara per la categoria prototipi prevedeva almeno quattro prove di 25 chilometri l’una, a una media di 30 chilometri orari e la prestazione della macchina messa a punto dal Team Zero C del Da Vinci è stata tutto un crescendo: 234 chilometri per kwattora, poi 235, 283 e 286, pari a 2.516 chilometri per litro/equivalente, polverizzando il proprio record di 1.905 chilometri fatto segnare nel 2009. Un risultato da circoletto rosso che colloca l’istituto modenese al sesto posto assoluto fra i prototipi. Su 212 squadre ammesse, provenienti da 27 Paesi, un’ottantina non è sopravvissuta alla selezione per la fase finale mentre i veicoli a idrogeno erano 46, quasi tutti realizzati da università. Il sesto posto carpigiano è anche il secondo piazzamento assoluto per le squadre italiane di ogni ordine, categoria e alimentazione: solo il Politecnico di Milano ha fatto di meglio, superando tutti i concorrenti con un prototipo a energia solare. Soddisfazione in pista, infine, anche per il veicolo elettrico dell’Itip Bucci di Faenza, nono fra gli UrbanConcept plug-in: il Team Manfredo condivide con Carpi il progetto Mobilita sostenibile in Europa, co-finanziato dalla Regione Emilia Romagna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here