Barbara Zanaga è la nuova presidente del Rotary Club Carpi

Barbara Zanaga, 45 anni, è avvocato civilista iscritta all'Ordine forense di Modena dal 2007. Durante il suo mandato darà vita a un progetto in sostegno dell’ospedale in Congo di Padre Ippolito e continuerà il sostegno al programma giovani del Rotary con il quale si dà a ragazzi carpigiani la possibilità di studiare per un anno all'estero.

0
1002
Barbara Zanaga e Marica Mestieri

Barbara Zanaga è la nuova presidente del Rotary Club Carpi per l’annata 2023-24: è la seconda donna alla guida del club dopo l’uscente Marica Mestieri.

Barbara Zanaga, 45 anni, è avvocato civilista iscritta all’Ordine forense di Modena dal 2007. Durante il mandato da Presidente darà vita a un progetto in sostegno dell’ospedale in Congo di Padre Ippolito, già parroco a San Francesco e ora Padre Superiore a Kinshasa per Congregazione dei Servi dei Poveri fondata dal religioso italiano Giacomo Cusmano. L’intervento riguarderà in particolare il reparto di ostetricia e ginecologia.

 “Sosterremo inoltre – spiega la neopresidente – il programma giovani del Rotary con il quale si dà a ragazzi carpigiani la possibilità di studiare per un anno all’estero. Grazie alla Commissione Giovani guidata da Elia Taraborrelli, preside del Liceo Fanti per tanti anni, a fronte di tre dei nostri ragazzi in partenza, ospiteremo a Carpi un giovane francese, un giapponese e una ragazza argentina”.

Nel passare le consegne alla nuova Presidente, Marica Mestieri ha ricordato il progetto sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento con “la creazione di un corso rivolto ai professori delle scuole superiori di Carpi sul tema della DSA e l’apertura di uno Sportello DSA presso il Liceo Scientifico Fanti rivolto agli studenti e ai professori che hanno potuto usufruire di docenti specializzati per avere un aiuto. Abbiamo inoltre accolto le richieste del Comune di Carpi donando un defibrillatore che sarà posto in Piazza dei Martiri e abbiamo contribuito alla creazione di un angolo multisensoriale presso il Centro diurno De Amicis di Carpi per i pazienti affetti da forme di demenza”.