Giulia, in arte Cherry, debutta col singolo To the moon and back

Giulia Cerrato, 19enne solierese, ha pubblicato il suo singolo d'esordio da solista, una cover in chiave dance e urban del celebre brano “To the moon and back” dei Savage Garden, prodotta e arrangiata da Marco Palladino, dj e producer carpigiano, nonché regista di Radio Bruno.

0
1742

Una voce calda e vibrante che cattura l’attenzione. E’ il talento naturale tutto da scoprire di Giulia Cerrato, in arte Cherry, classe 2003, diplomata al Liceo Linguistico e iscritta alla facoltà di Scienze Umane che, dopo aver collaborato con alcuni artisti locali pubblicando due singoli che portano la sua voce ma non la sua firma, presenta al pubblico il primo brano che la vede completamente protagonista: To the Moon and Back, cover del celebre pezzo del 1997 del duo australiano Savage Garden, disponibile sulle principali piattaforme digitali (Youtube, Spotify, Apple Music, Shazam) e sui social network come Instagram e TikTok. Fin da bambina Giulia si è appassionata al canto, grazie anche all’influenza positiva della madre, anche lei cantante, e ha affinato la sua tecnica canora frequentando una scuola di musica a Soliera. E’ proprio ascoltandola durante il saggio di fine anno, quando aveva appena 17 anni, che Marco Palladino, dj, producer e regista di Radio Bruno, la scopre e le propone di collaborare: lei come interprete e lui come produttore e arrangiatore.

Giulia, da dove deriva il tuo nome d’arte Cherry?

“E’ un’abbreviazione del mio cognome a cui ho voluto aggiungere una connotazione internazionale, dato che il percorso musicale che ho compiuto finora mi ha portato a cantare prevalentemente in inglese, ma non escludo in futuro di lavorare a dei progetti in italiano”.

Che lavoro avete fatto tu e Marco sul brano To the Moon and Back per trasformarlo e renderlo vostro?

“Abbiamo aggiunto alla canzone delle contaminazioni dance, in linea con l’attitudine di Marco alla musica disco, ma mantenendo una sofisticata eleganza nei suoni e negli arrangiamenti, vicina alla mia ispirazione soul e urban. Tra le artiste a cui mi ispiro ci sono infatti le grandi cantanti soul e r&b”. Il 5 maggio è prevista l’uscita del secondo singolo di Cherry intitolato 7 seconds, cover della famosa canzone del 1994 interpretata da Youssou N’Dour e Neneh Cherry.  “Qui uscirà fuori ancora di più la mia anima soul e intima”, assicura Giulia. 

Ti piacerebbe interpretare dei brani inediti in futuro?

“Sì, moltissimo. Le cover sono un modo per iniziare a farsi conoscere ma l’obiettivo è quello. A tal proposito io e Marco ci stiamo già lavorando e abbiamo in cantiere alcuni brani originali. Parteciperò anche ai provini di X-Factor. L’anno scorso avevo superato le audizioni di Amici senza però riuscire ad andare oltre. A 19 anni penso sia giusto mettersi alla prova per provare a realizzare un sogno”.

Chiara Sorrentino