Cabassi Calcio, “Il campo di via Marri è insufficiente e inadeguato, dateci il Dorando”

Resta nel limbo il Campo Dorando Pietri. L’impianto, posto tra l'omonima polisportiva e il piazzale delle piscine, giace inutilizzato nonostante il forte interesse di alcune società calcistiche, anche in considerazione della penuria di strutture cittadine. Tra queste Cabassi Union e Due Ponti che, malgrado abbiano più volte bussato alla porta dell’Assessorato allo Sport per poterlo utilizzare in modo congiunto sono sinora rimaste a bocca asciutta.

0
1362

Resta nel limbo il Campo Dorando Pietri. L’impianto, posto tra l’omonima polisportiva e il piazzale delle piscine, giace inutilizzato nonostante il forte interesse di alcune società calcistiche, anche in considerazione della penuria di strutture cittadine. Tra queste Cabassi Union e Due Ponti che, malgrado abbiano più volte bussato alla porta dell’Assessorato allo Sport per poterlo utilizzare in modo congiunto sono sinora rimaste a bocca asciutta. Un nulla di fatto che proprio non va giù. Carpi vanta, oltre all’Ac Carpi, quattro società calcistiche: Due Ponti, Virtus, Junited e Asd Cabassi Union. Ed è quest’ultima a dover fare i conti con la situazione maggiormente critica: “nonostante i nostri 200-250 tesserati – spiega uno dei dirigenti – siamo costretti ad allenarci e a giocare in un campo, quello di via Marri a Santa Croce, del tutto inadeguato. Già sei anni fa chiedemmo all’Amministrazione Comunale di raddoppiare l’illuminazione ma ad oggi non è stato fatto ancora nulla. Le priorità sono sempre state altre e a Santa Croce la manutenzione ordinaria è una chimera. Il campo, risalente ai primi Anni Novanta, non ha mai conosciuto migliorie: la tribuna è inagibile da tre anni, le reti di cinta sono rotte, non avendo a disposizione un pozzo per irrigare dobbiamo attendere che la Bonifica riempia i canali… Per due mesi, prima che il Comune intervenisse, abbiamo dovuto fare i conti con un problema all’impianto idraulico che non ci ha consentito l’utilizzo delle docce. Tappare i buchi non è sufficiente, ogni struttura, così come una casa, necessita di una cura e una manutenzione costanti. Intervenire in emergenza non è l’approccio giusto, serve una programmazione sul medio e lungo termine per garantire la necessaria efficienza. Sulla tribuna l’ente pubblico ci aveva promesso di risolvere il problema entro Pasqua ma al momento tutto tace. Il Comune ogni anno ci dà un contributo di 9mila euro, un budget del tutto insufficiente anche a fronte del numero di tesserati che abbiamo”.

Il Campo Dorando Pietri, dopo il fallimento del Carpi Fc 1909 che lo gestiva, è un bocconcino davvero appetitoso ma nonostante il Comune avesse assicurato di indire un bando per affidarlo a un nuovo soggetto tutto resta immobile e abbandonato a se stesso. “A fronte delle nostre sollecitazioni – prosegue il dirigente – ci hanno detto che a breve il bando uscirà e che entro luglio il campo sarà assegnato ma non è la prima volta che alle parole non seguono i fatti”. Nel frattempo il fondo perde regolarità in balia degli eventi atmosferici e i cancelli restano chiusi da oltre due anni. 

Nel frattempo, lo ricordiamo, alla fine del 2021 la Patria ha acquisito il diritto di superficie, fino al 2031, della Palestra Walter Galliani, unitamente all’attigua pista da pattinaggio e agli spogliatoi del campo (un’area che il Comune cedette alla Polisportiva Dorando Pietri nel 1971) e questo rappresenta un problema perchè “cosa te ne fai di un campo se non hai poi uno spazio per cambiarti? Cosa dovremmo fare – prosegue il dirigente della Cabassi – chiedere a nostra volta alla Patria di poter subaffittare gli spogliatoi? Siamo davvero al paradosso e intanto il campo va in malora”. 

Con l’acquisizione del diritto di superficie è stato ampliato il complesso immobiliare della Patria, implementato negli ultimi anni con la Gym Academy Depietri, struttura acquistata dalla società in diritto di superficie, in cui vengono svolte le attività agonistiche, tra cui Ginnastica Artistica e Ritmica; oltre alla gestione, data sempre dal Comune alla Società, della Pista di Atletica Leggera Dorando Pietri (la convenzione, valida dall’1 gennaio 2022 al 15 luglio 2025, stabilisce un contributo complessivo di 262.347 euro come stabilito dalla determina dirigenziale del 30/06/2022).

“Noi saremmo disposti, qualora il Comune ci concedesse l’uso del campo Dorando, a progettare dei nuovi spogliatoi ma l’Amministrazione dal canto suo – conclude il dirigente – dovrebbe fare uno sforzo e accollarsi l’onere degli allacci. D’altronde non ha problemi a concedere contributi generosissimi… esistono forse società di Serie A e di Serie B?”.

Jessica Bianchi