Ho Avuto Sete in Polonia per la consegna di 10mila litri d’acqua ai rifugiati ucraini

Sono stati donati ieri a Tomaszow Lubelski, in Polonia, a 24 chilometri circa dal confine con l’Ucraina, i 10mila litri d’acqua previsti dal progetto Acqua per i rifugiati ucraini.  

0
769

Si conclude il progetto di solidarietà numero 52 di Ho Avuto Sete, presentato il 15 luglio 2022 in occasione del White Party, la serata all’insegna della solidarietà che l’organizzazione di volontariato modenese realizza dal 2012.  “A marzo scorso – spiega Giuseppe Morici, presidente di Ho Avuto Sete – abbiamo realizzato il primo progetto legato alla guerra sostenendo Emergenza Ucraina della regione Emilia-Romagna. Oggi, dopo non poche difficoltà organizzative e grazie al supporto del Comune di Chervonograd, abbiamo potuto concludere il secondo progetto a favore dell’Ucraina donando l’acqua ai responsabili dei campi dei rifugiati”.  Il convoglio di volontari di Ho Avuto Sete – Davide Gilioli, Rebecca Garofalo e Martina Caliumi – è partito il 1° febbraio, insieme ad altri volontari delle associazioni Bambini nel Deserto e Colibrì APS che hanno consegnato materiale medico chirurgico.  L’acqua è stata acquistata direttamente in Polonia. Al momento della consegna erano presenti per il Comune di Chervonograd la Vicesindaco Nadia Zemnytska, il consigliere Koval Volodymyr e la responsabile dell’ufficio stampa Natalia Glagovska. “Vi ringrazio molto per quello che fate. Fa piacere vedere che i vostri cuori sono ancora aperti e pronti al sostegno alla nostra gente. Siete operatori della democrazia e della libertà – ha detto la vicesindaco – e la vostra donazione è un aiuto a vincere questa brutta e maledetta guerra”. La delegazione comunale è poi tornata a Chervonograd per distribuire il materiale all’ospedale della zona e ai rifugiati ucraini. 

Il rientro dei volontari di Ho Avuto Sete è previsto per domenica 5 febbraio.