Non c’è salute senza salute mentale, oggi un convegno a Carpi

E’ alla salute mentale come "bene comune", che è dedicata la dodicesima edizione di Màt, la più grande manifestazione italiana sulla salute mentale.  Oggi, 26 ottobre, presso l’Auditorium Loria, dalle 9.30 alle 13, si terrà il convegno dal titolo Da oggetti a protagonisti: esperienze di promozione di processi decisionali condivisi. Numerose le iniziative in programma nei prossimi giorni.

0
244

E’ alla salute mentale come “bene comune”, che è dedicata la dodicesima edizione di Màt, la più grande manifestazione italiana sulla salute mentale.

Oggi, 26 ottobre, presso l’Auditorium Loria, dalle 9.30 alle 13, si terrà il convegno dal titolo Da oggetti a protagonisti: esperienze di promozione di processi decisionali condivisi 

L’obiettivo del convegno è mettere a fuoco i modelli di collaborazione attiva tra i Servizi Sociali territoriali e il Dipartimento di Salute Mentale che vedano il pieno coinvolgimento anche dei diretti interessati e delle associazioni attive localmente. Durante il convegno si partirà dall’Accordo siglato nel 2020 dall’Unione delle Terre d’Argine e dalla Direzione del Dipartimento di Salute mentale di Modena. Ne verranno illustrate le premesse, ma anche i contenuti operativi, e i frutti collaborativi che ne sono derivati. Verranno inoltre presentati e discussi i modelli dialogici di integrazione attiva dei Servizi sociali e psichiatrici (che ruotano sul coinvolgimento dei diretti interessati nei processi decisionali che li riguardano) proposti dalla Agenzia Socio-Sanitaria Regionale negli ultimi anni in alcuni territori della Regione. Questa seconda parte vedrà la presenza di rappresentanti della Agenzia Socio-Sanitaria Regionale e di professionisti provenienti dai territori finora coinvolti.

Come ricorda l’assessore alle Politiche Sociali di Carpi, Tamara Calzolari, che sarà al tavolo dei relatori, “siamo chiamati a ricordare che non c’è salute senza salute mentale. Auspicio dell’incontro è quello di mettere al centro le persone e non la loro patologia; questo approccio è indirizzato non solo a persone con severi disturbi mentali ma anche a chi abbia bisogni socio-sanitari complessi, come forte marginalità sociale, disabilità, dipendenze patologiche. L’obiettivo è evitare per quanto possibile il ricovero in una struttura sanitaria attraverso il potenziamento degli interventi domiciliari e favorire l’inclusione e il mantenimento dei pazienti nel loro ambiente di vita. Questa è la filosofia del “budget di salute”, un innovativo modello che stiamo sperimentando attraverso l’accordo sottoscritto nell’Unione”.  
PROGRAMMA DI CARPI

Mercoledì 26 ottobre – 9.30/13.00
Auditorium Loria, via Rodolfo Pio 1
Da oggetti a protagonisti: esperienze di promozione di processi decisionali condivisi
A cura di Associazione Avere Cura ODV, in coprogettazionre con DSMDP Ausl di Modena Area Nord, Unione dei Comuni delle Terre d’Argine
Ha aderito all’iniziativa l’Associazione A.DI.FA. APS di Carpi
Evento accreditato ECM. Evento in presenza e remoto

Mercoledì 26 ottobre – 14.30/17.00
Cinema Space City, Viale dell’Industria 9
Proiezione del film “Marilyn ha gli occhi neri”
A cura di Associazione Al di là del Muro ODV, in collaborazione con Università per la Libera Età Natalia Ginzburg
Evento in presenza

Giovedì 27 ottobre – ore 20.00/22.30
Circolo Loris Guerzoni, via Genova 1
Convivialità e nuova socialità. Incontri
A cura di Associazione Al di là del muro
Evento in presenza

Venerdì 28 ottobre – ore 21.00/23.30
Spazio culturale Sandro Cabassi, va Don Albertario 41
Cinema “Nei giardini della mente”
A cura del Circolo Arci Ciro Menotti, Legacoop Estense